28 feb 2007

Il Basilicello - ricetta liquore al basilico

Eccomi qua, come promesso nel mio precedente post, a postare la ricetta del Basilicello, il liquore al basilico tipico de la piccola casa.
Il nome del liquore, di questa ricetta, è una via di mezzo tra basilico e limoncello, perché la preparazione può essere simile; la via che ho scelto per la preparazione è quella della infusione a freddo per preservare le proprietà aromatiche e officinali del basilico (pianta sacra in Liguria, è quasi considerato un oro verde).
Questo liquore, così preparato, è molto dissetante e soprattutto digestivo, lo beve con gusto pure la Fra nonostante, purtroppo, la sua avversità e refrattarietà agli alcolici.

La preparazione è semplice ma prevede dei lunghi tempi per permettere alle varie componenti dal basilico col procedimento di estrazione a freddo.

Un consiglio che posso dare è quello di "auto prodursi" il basilico, da noi in Liguria è prassi avere almeno un vasetto di basilico sulla finestra, basta che impiantate un mazzetto di basilico di Pra o di Albenga, normalmente viene venduto con le radici, e lo cimate ogni tanto senza farlo mai fiorire. In questo modo, le foglie utilizzare non avranno le varie sostanze che vengono usate durante la coltivazione.

Ingredienti (x 1 litro)
1 o 2 mazzi di basilico ligure (circa 100 foglie)
mezzo litro di alcool da cucina
300 g di zucchero
la scorza di mezzo limone

Lavare le foglie di basilico, asciugarle delicatamente e inserirle in una arbanella ermetica da circa mezzo litro , aggiungere mezzo litro di alcool da cucina (alimentare, mai, mai assolutamente l'alcol denaturato). aggiungere quindi la scorza di mezzo limone (cercare di eliminare la parte bianca perché renderebbe troppo amaro il liquore. Agitare per mezzo minuto e riporre al buio per almeno 15 giorni, agitando ogni giorno.
dopo due settimane sciogliere in 600 cc di acqua lo zucchero, e versare in un bottiglia da litro, quando la soluzione si è raffreddata aggiungere l'alcool al basilico, filtrando con una garza. Tappare la bottiglia e agitare, lasciare riposare per almeno un mese agitando ogni giorno-
Passato il mese di riposo ecco pronto il basilicello, un liquore dissetante e digestivo al basilico di Liguria.

Se ti può interessare qui trovi due ottimi cocktail con il basilico:

La ricetta del mio Basilito - cocktail al basilico, il mojito al profumo di Liguria

Il cocktail del sabato: la ricetta del Basilicoska ovvero il caipiroska al basilico

Se vi interessano altri cocktail a questo link tutti quelli che ho postato finora.

20 commenti:

CoCo ha detto...

Max ho aggiunto il vostro link ai miei amici è un piacere leggervi

max ha detto...

Anche per me lo è per il tuo blog, ho aggiunto anche io link.

chiara ha detto...

Fenomenale!!!!!!!!! :)

CoCo ha detto...

Come va sta storia dei liquori?

max - la piccola casa ha detto...

per ora siamo a 3 ricette... mi sa che non siamo in molti a preparare liquori in casa....

CoCo ha detto...

forse dovrsti pubblicizzare di più l'iniziativa. Altrimenti te ne mando un'altra io ne faccio veramente tanti tipi diversi

CoCo ha detto...

Ti potrebbe interessare il liquore di arance tipico dellla mia Calabria?

paola ha detto...

Questo liquore e originario di quale regione ?
grazie della tua risposta

max - la piccola casa ha detto...

ela ricetta è mia ed io son genovese, il nome lo pensato mischiando limoncello e basilico...

ad ogni modo molti a genova, con varie percentuali di alcool e basilico lo preparano simile.

genova (Zena) è la capitale della liguria :-)

max - la piccola casa ha detto...

ela ricetta è mia ed io son genovese, il nome lo pensato mischiando limoncello e basilico...

ad ogni modo molti a genova, con varie percentuali di alcool e basilico lo preparano simile.

genova (Zena) è la capitale della liguria :-)

Saverio ha detto...

Buongiorno, bel sito! ho bisogno di aiuto per correggere un errore su un liquore. Un liquore di pruno selvatico che faccio ogni anno in autunno, avviando l'infusione a settembre per averlo pronto a Natale. Quest'anno per vari motivi l'infuso è rimasto dimenticato fino a ieri, quando ho avuto il tempo di passare alla diluizione. Poichè da diversi anni mi sono posto il problema di annullare i sub-odori delle acque di acquedotto (cloro ecc.) e utilizzo acque minerali, con ottimi risultati, anche quest'anno mi sono procurato un'acqua liscia e inodore. Ma quest'anno ho sbagliato, perchè, per motivi troppo lunghi da spiegare e senza voler minimamente denigrare la marca - che è ottima per i suoi usi normali - ho usato l'acqua Sangemini.

Il risultato è pessimo, e mi trovo sette litri di un liquore che gli altri anni è buonissimo e molto atteso da parenti e amici, e quest'anno non solo arriva a Pasqua invece che a Natale, ma è proprio cattivo!!

Gli unici altri ingredienti sono le bacche di pruno selvatico e ovviamente alcool e zucchero bianco fino.

L'acqua utilizzata gli ha dato un sapore vagamente sulfureo, non saprei definirlo meglio.

Ringrazio molto chi potrà darmi dei consigli.

Saverio - Bari
saverio.massari@fastwebnet.it

max - la piccola casa ha detto...

Cerco di rispolverare le mie conoscenze di chimica, è pur sempre quello che ho studiato alle superiori e all'università... anche se da dieci anni mi occupo di informatica....

l'odore sulfureo potrebbe essere dato da composti presenti o nell'acqua, ma non ricordo di aver sentito questo odore in quella da te usato, o da reazioni di riduzioni avvenute durante la macerazione in alcool, i motivi possono essere vari, ad esempio durante l'infuzione ha preso luce, caldo?...
la presenza sulfurea è nell'odore o è una sensazione al palato? se è un odore, con un po' di stripping e con un po' di invecchiamento dovrebbe essere riassorbita.

spero di esserti stato utile.

Brikebrok ha detto...

ciao, bello il blog
cercavo la ricetta per fare il liquore di mango ...

max - la piccola casa ha detto...

x brike: non conosco una ricetta specifica, probabilemnte puoi provare ad aromatizzare il rum con della polpa di mango, che tipo di liquore pensavi te?

alo ha detto...

complimenti per la ricetta del basilicello! ho provato ed è venuto benissimo!
ora so come usare le mie piantine di basilico oltre a trasformarle in pesto :)

Cristina ha detto...

Vorrei chiedere una cosa: ho terminato un paio di giorni fa di fare il basilicello con questa ricetta. Ora nelle mie bottiglie si è formata una sospensione lanosa di colore verde scuro. Come un residuo ma in sospensione e sfilacciato, come cotone idrofilo. E' normale o qualcosa è andato storto?

max - la piccola casa ha detto...

direi che non è assolutamente normale, da come la descrivi potrebbe sembrare una muffa. Il che è molto strano visto la concentrazione alcolica che non dovrebbe permettere il crescere delle muffe, per sicurezza butterei via tutto

Nani e Lolly ha detto...

Ciao Max, ma sai che anche qui in Piemonte lo fanno? Per la verità lo assaggiato anche in sardegna. Grazie per la ricetta, la proverò, visto che mi piace da matti!

valerio adri ha detto...

scusate io vivo in un paese tropicale e vorrei sapere se qualcuno sa come fare la grappa di mango quest'anno gli alberi me ne stanno producendo molto e vorrei fare marmellata e grappa grazie

Massimiliano Fattorini ha detto...

Ciao Valerio non l'ho mai preparata ma faccio qualche ricerca e ti faccio sapere

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis