20 gen 2015

La ricetta per una gustosa e fresca insalata con mini avocado, radicchio variegato di Castelfranco e olive taggiasche in salamoia

Avete visto che belli i miei mini avocado ? Li ho visto sabato scorso dal mio fruttivendolo di fiducia e non me li son lasciati sfuggire, oltretutto sono senza semi quindi tutta polpa. Ho pensato da subito di usarli e quindi ho preso anche un po' di radicchio variegato di Castelfranco e qualche oliva in salamoia. Ieri sera quindi come ho anche "preannunciato" su faccialibro ho preparato questa semplice ma gustosa e croccante insalata.

Giusto il tempo di sbucciare gli avocado e lavare l'insalata che questo delizioso contorno era pronto alla prova assaggio, che ha superato a pieni voti, l'ottimo radicchio variegato si è unito benissimo al croccante cremoso e profumato dell'avocado mini e le olive taggiasche in salamoia hanno unito il tutto in maniera perfetta.

Ecco quindi la semplice e veloce ricetta per questa gustosa insalata con avocado:

Ingredienti per due persone

4/5 avocado mini
un radicchio variegato di Castelfranco
un lime
tre cucchiai di olive taggiasche in salamoia
Olio extra vergine di oliva

Lavare il radicchio, asciugarlo e tagliarlo a strisce. Pelare gli avocado e tagliarli a fette, metterli in una ciotola capiente insieme alle strisce di radicchio, aggiungere il succo di un lime, quindi scolare le olive taggiasche ed aggiungerle all'insalata, condire con olio evo e poco sale.

Buon appetito a tutte e tutti con questa fresca e gustosa insalata

15 gen 2015

Una ricetta facile e veloce : Bocconcini di petto di pollo saltate in padella con erbe di Provenza e melograno


Ecco una semplicissima ricetta che l'altro sabato abbiamo preparato io e la mia validissima aiutante: la piccola principessa Ginevra. Volevamo cucinare qualcosa di semplice e veloce, una ricetta da far in pochi minuti ma gustosa e come sempre un po' particolare, abbiamo quindi pensato al petto di pollo saltato da abbinare alle erbette di Provenza che avevamo preso questa estate. Ho quindi pensato di dare una nota agrodolce, profumata e colorata con del melograno. oltretutto Ginevra è bravissima a levare tutti i chicchi e quindi sarebbe stata una validissima aiutante in cucina :-)

Detto fatto in pochi istanti la ricetta era pronta da gustare, il risultato davvero ottimo visto che sia Ginevra che la Fra han letteralmente spazzolato il piatto :-) oltretutto  è buona sia calda, che tiepida, volendo potrebbe diventare uno street food magari presentando dei coni di carta con questo delizioso pollo alle erbette e melograno.

Ecco quindo la la semplice e veloce ricetta per questo piatto buonissimo:

Ingredienti per tre persone

mezzo petto di pollo circa 400 grammi
un cipollotto
un cucchiaio di erbe di Provenza tritate(timo, rosmarino, basilico, maggiorana, origano, santoreggia)
mezzo melograno
Olio extravergine di oliva
sale e pepe

Tagliare il mezzo petto di pollo a fette spesse quindi a pezzi (ideale fare delle losanghe). Affettare il cipolloto a losanghe. Versare poco olio (un cucchiaio) in una padella antiaderente e far andare il petto di pollo a fiamma alta per un paio di minuti girandolo spesso,  abbassare la fiamma a media e aggiungere quindi il cipollotto, metà  delle erbe di Provenza e ancora un cucchiaio di olio, continuare la cottura per cinque minuti, quindi aggiustare di sale e pepe a piacere, terminare la cottura per qualche minuto. Versare in una ciotola capiente e aggiungere il resto delle erbette, un filo d'olio e le bacche di mezzo melograno. Mescolare per bene e servire al centro dei piatti

Buon appetito a tutte e tutti da tutta la piccola casa!

se vi interessano altre ricette a base di pollo cliccate qui!


09 gen 2015

La ricetta di un grande piatto tipico e tradizionale della cucina ligure e genovese: la farinata di ceci


Giusto ieri, sul mio profilo facebook, avevo postato la foto delle teglie di farinata che avevo appena terminato di preparare e infornato con la mia piccola principessa Ginevra; eccomi quindi qui a posare la ricetta per preparare questo grande piatto tipico genovese: la farinata.

Noi lo abbiam preparata aromatizzata con foglioline tritate di rosmarino e maggiorana, ma è ottima anche senza le erbette. Volendo potete anche provare a non far riposare la pastella che si ottiene miscelando farina di ceci e acqua, molti ora lo fanno ma la tradizione vuole un lungo periodo di riposo, io ho optato per una via di mezzo...

Ecco quindi la semplicissima ricetta per preparare questo grande e piatto genovese:

Ingredienti per due teglie ( 4 persone)

300 g di farina di ceci
1 litro d'acqua
1 decilitro di olio extra vergine di oliva
Sale
Olio extra vergine di oliva per le teglie
un po' di foglie di maggiorana e rosmarino

Tritare le foglie di rosmarino e di maggiorana. In una ciotola aggiungere la farina di ceci e l’acqua amalgamando per bene con un frustino, o una forchetta, ed evitando la formazioni di grumi, togliere la schiuma che si forma e lasciare riposare per qualche ora. Terminato il riposo della pastella, rimuovere l'eventuale schiuma quindi  aggiungere l’olio, il rosmarino, la maggiorana e il sale, rimescolare per bene.

Prendere due teglie rotonde capienti e perfettamente piatte, ungerle per bene con dell’olio extra vergine di oliva. Accendere il forno e quando supera i 250 gradi inserire le teglie unte e lasciarle scaldare per una ventina di secondi, estrarle e versare la pastella precedentemente preparata facendola allargare per tutta la teglia. Cuocere quindi in forno per circa dieci minuti, quindi aprire leggermente per far uscire il vapore e cuocere per altri cinque minuti sempre a 250 gradi. Accendere quindi il grill e far dorare la superficie della farinata nelle due teglie.

Servire ne piatti con della carta assorbente o meglio carta paglia per assorbire l’olio in eccesso, quindi mangiare bella calda.

Buona farinata e buon week end a tutte e tutti!!!


07 gen 2015

Il pesce alla griglia: triglie di scoglio con erba limoncina e pelatini saltai prezzemolo, porto e aceto di lamponi



Ecco una semplice e veloce ricettare per preparare degli ottimi pesci alla griglia, in particolare delle fantastiche triglie di scoglio, un pesce che adoro con il suo gusto particolare e unico. Per farne risaltare il sapore le ho cotte don dell'erba limoncina (erba luigia o luisa) che ha aggiunto il suo profumo tipico di agrumi in particolare cedro e limoni. Se posso darvi un semplice consiglio è quello di non squamare il pesce in modo che la polpa non si attacchi alla griglia, anzi alla fine le squame e la pelle resteranno attaccati loro alla griglia (o alla piastra) e vi ritroverete la polpa bella e pronta da essere mangiata. I tempi di cottura variano in base a molti fattori come lo spessore del pesce, le mi triglie come potete vedere erano belle ciccionette, e dalla temperatura della griglia / piastra / bistecchiera.

Ho inoltre pensato di accompagnare i pesci con dei gustosi pelatini, piccoli pomodori perini pelati, che ho fatto saltare in padella con un po' di porto rosso e qualche goccia di aceto di lampone, in modo da esaltarne la dolcezza e dare la giusta acidità per accompagnare il piatto di pesce.

Ecco quindi la semplice ricetta per per preparare queste ottime triglie di scoglio  ( io le prefisso sempre a quelle di fango) alla piastra con pelatini al porto rosso e aceto di lamponi, nella foto sotto invece potete vedere un paio delle bellissime e grandi triglie che ho preparato.



Ingredienti per due persone:

4 triglie di scoglio
una dozzina di pelatini
erba limoncina fresca
prezzemolo riccio
un bicchierino di porto rosso
aceto di lamponi
olio evo
sale e pepe

Pulire le triglie eliminando le viscere e le branchie, salare l'interno della pancia e riempirlo con rametti di erba limoncina,  ungere leggermente la pelle e quindi cuocerle su una griglia o una piastra per una decina di minuti (dipende dallo spessore). Nel frattempo in un padellino versare un cucchiaio d'olio, aggiungere i pelatini, un po' di prezzemolo tritato, quindi aggiustare di sale e pepe, bagnare con un po' porto rosso e poco aceto di lamponi, far saltare per un paio di minuti. Sistemare le triglie ne piatti con affianco un po' di pelatini e decorare con del prezzemolo riccio.

Buon appetito a tutte e tutti.

29 dic 2014

Cubo di riso rosso selvaggio della Camargue con peperoni, zucchini, gamberetti alla salsa di ostriche - Una semplice e fantastica ricetta fusion


Era un po' di tempo di che volevo preparare il riso rosso selvaggio della Camargue (Riz Rouge), un riso integrale davvero ottimo, saporito già da solo e che rimane sempre croccante. L'occasione s'è presentata qualche sera per una serata tra amici, visto l'ottima accoglienza che ha avuto ho pensato di ripreprarlo e presentarlo in maniera un po' più particolare in vista della cena del veglione di Capodanno. La ricetta è davvero semplice e come dicevo la presentazione è un po' particolare, una sorta di finger riso se si vuole, ovvero tanti piattini con dei gustosi e, secondo me, splendidi cubetti di riso rosso; trovo che sia una presentazione un po' particolare ma bella a vedersi e pratica .... volendo i cubetti si mangiano anche con le mani se si tratta di una cena in piedi, visto che son belli compatti.

La ricetta, come accennavo, è davvero semplice e veloce, mentre cuoce il riso si possono preparare gli altri ingredienti, per dar sapore oltre ai gamberetti e alle due verdure, ho optato per dell salsa di ostriche, un classico della cucina orientale, se non la trovate potete optare per della salsa di soia; per dar freschezza invece ho aggiunto gli immancabili lime, profumati e freschi, e meno acidi dei classici limoni..

Ecco quindi la ricetta per questo fantastico e gusto piatto a base di riso rosso selvatico della Carmargue

Ingredienti per quattro persone

200 grammi di riso rosso selvaggio della Camargue
mezzo peperone
tre lime
due zucchini
due cucchiai di salsa di ostriche
150 grammi di gamberetti sgusciati
sale e peperoncino
prezzemolo riccio per la decorazione


Mettere a cuocere il riso rosso selvaggio della Camargue in acqua bollente leggermente salata e cuocerlo per il tempo previsto, generalmente almeno 20 minuti essendo integrale. Nel frattempo lavare le verdure quindi tagliarle a piccoli tocchetti ( taglio mirepoix ), quindi farle saltare in padella con un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva, dopo qualche minuto aggiungere i gamberetti sgusciati, la salsa d'ostriche e il succo di un lime e a piacere un peperoncino tritato, far andare per una paio di minuti.  Quando cotto scolare il riso quindi versarlo nella padella, aggiungere il succo di un altro lime, aggiustare di sale e far saltare per un minuto.

Versare il riso negli stampi a forma di cubo quindi sistemarne tre per piatto, decorare con un rametto di prezzemolo riccio e una fetta di lime.


Buon appetito e buon anno a tutte e tutti con questo delizioso piatto fusion, e voi cosa preparate per il 31 sera ?


10 dic 2014

Ecco qualche semplice idea e ricetta per preparare un gustoso e pranzo di Natale e un'ottima cena della viglia


Le feste si avvicinano e sono ormai alle porte e quindi è il momento di pensare a qualche ricetta per la cena della vigilia e per li pranzo di Natale. Come negli passati ho quindi selezionato un po' di semplice ma gustose ricette che preparato ultimamente e postato sul blog. Semplici idee sia per la cena che il pranzo, facili da preparare e sicuramente alla portata di tutti. Ho diviso le ricette nella quattro categorie principali: Antipasti, primi, secondi e dolci. Per facilitare la scelta ho aggiunto anche le foro dei piatti :-)  Per accedere alle ricette basta cliccare sul titolo del piatto.

Ecco quindo l'elenco delle ricette che ho pensato di proporre:

Antipasti


http://lapiccolacasa.blogspot.it/2014/05/la-ricetta-per-un-ottimo-crudo-di-pesce.html
Tartare finger food di ricciola con fiori rosmarino, olio evo e sale rosso

 

http://lapiccolacasa.blogspot.it/2014/05/la-semplice-ricetta-per-un-gustoso.html
Code di gambero con salsa rosa al whisky torbato 



http://lapiccolacasa.blogspot.it/2014/04/carciofi-saltati-con-gamberi-e.html
Carciofi saltati con gamberi e capesante al porto bianco e succo di lime



http://lapiccolacasa.blogspot.it/2013/01/la-ricetta-nel-bicchiere-capesante-con.html
 Capesante con besciamella alla paprika affumicata e scalogno stufato nel porto bianco

 


 Finger food di polpo con giardiniera fresca di verdure


 Primi




http://lapiccolacasa.blogspot.it/2013/09/la-pasta-e-il-pesce-azzurro-la-ricetta.html

 Secondi

 



 

Dolci


  panna cotta al cocco e rum con fragoline di bosco e la loro salsa


E voi quale piatto mi proponete? lasciatelo scritto nei commenti :-)
 

04 dic 2014

La ricetta del giorno: Spezzatino di cosce di pollo con carciofi, pomodori secchi, menta e pepe rosa


Come vola il tempo... mi sembra ieri che ho pubblicato l'ultima ricetta e invece son passate due settimane, rimedi quindi subito con questo gustoso piatto del giorno: un ottimo spezzatino di cosce di pollo con carciofi, pomodori secchi e menta fresca.

Il piatto è veramente semplice e veloce da preparare, in meno di 30 minuti ci si trova con un gustoso secondo ricco di sapore e profumi. Come spesso mi accade preferisco sempre utilizzare la polpa di pollo, ovvero le cosce aperte e disossate, rispetto al petto perché oltre che più saporite non diventano asciutti e stopposi come il petto. Ho quindi aggiunto i carciofi, son i primi che arrivano e son ottimi, non serve prendere i più belli e gustosi anzi.... , e per arricchirne il sapore qualche fogliolina di menta fresca, che si sposa sempre benissimo con le ardiciocche (a Genova i carciofi si chiamano così). Per legare il tutto e dar sapidità ho aggiunto anche degli ottimi pomodori secchi, son fantastici in molte preparazioni, quindi un po' di colore con del pepe rosa.

Come dicevo la ricetta è davvero semplice e veloce da prepararla, ci vuol davvero più tempo a leggerla e scriverla che cucinarla ...

Ecco quindo come preparare questo ottimo piatto del giorno:

Ingredienti per due persone

due cosce disossate di pollo
due carciofi
una decina di pomodori secchi
menta fresca
pepe rosa
Olio extra vergine di oliva
vino bianco secco
sale

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e tagliandoli in modo da eliminare le spine, aprirli a metà ed eliminare la paglietta, quindi tagliarli a spicchi e metterli a bagno in acqua acidulata.
Tagliare a pezzi la coscia di pollo e farli andare a fiamma alta per qualche minuto in una padella con poco olio evo in modo da rosolarli per bene, abbassare quindi la fiamma, aggiungere i carciofi, un paio di cucchiai d'olio evo e i pomodori secchi, versare un bicchiere di vino bianco secco e portare avanti la cottura per cinque minuti, Aggiungere il pepe rosa, un po' di menta tritata ed aggiustare di sale, se il fondo si è asciugato troppo aggiungere ancora un po' di vino o brodo di verdure. Terminare quindi la cottura per qualche minuto. Servire al centro dei piatti decorando con un ciuffetto di menta fresca e qualche bacca di pepe rosa.

Buon appetito a tutte e tutti con questo semplice e gustosa spezzatino veloce di pollo con carciofi e  pomodori secchi.

18 nov 2014

L'oriente in cucina: Gamberoni alle cinque spezie con salsa d'ostriche e verde di cipollotto saltati nel wok


Finalmente le piogge torrenziali che han causato tanti danni In Liguria e in particolare a Genova son terminate ed è spuntato il sole, con il cielo azzurro mi torna anche la voglia di tornare a scrivere il mio piccolo blog  e per ripartire vi presento questa semplice ricetta che ho preparato venerdì scorso, come avevo anche annunciato su facebook. Durante la mia ultima trasferta milanese ho fatto un salto per rifornirmi di prodotti orientali in un noto negozio, tra le varie salse, funghi, spezie e ingredienti vari ho preso una bella bottiglia di salsa di ostriche, l'ho già usata già varie volte in passato ed impreziosisce di gusto sia piatti a base di pesce che di carne.

Questa volta per cercar di rimaner nel tema "oriente" ho pensato di far saltar i gamberoni marinati con la salsa d'ostriche e la polvere cinque spezie, tipica della cucina cinese e vietnamita a base di anice stellato, pepe di Sichuan, chiodi di garofano, cassia e semi di finocchio, molto profumata e calda. Ho quindi dato un po' di acidità con del succo di lime e un ulteriore tocco di sapore e colore a contrasto con del verde di cipollotto e foglie di sedano. Per regolare la sapidità al posto del sale ho usato un po' di salsa di soia, dopo una veloce marinatura ho logicamente fatto saltare il tutto nel wok: permette di usare poco olio e le temperature alte che raggiunge cuociono velocemente gli ingredienti mantenendone il sapore.

Il piatto è risultato davvero gustoso e saporito, profumato, portando davvero un po' di oriente in cucina. Ecco quindi la semplice ricetta per preparare questo ottimo secondo:

Ingredienti per due persone

400 grammi di gamberoni
la parte verde di due cipollotti
un cucchiaino di polvere cinque spezie
un cucchiaio di salsa d'ostriche
Foglie di sedano
Olio di semi di arachidi
un cucchiaio di salsa di soia
il succo di mezzo lime

Tritare il cipollotto e le foglie di sedano; sbucciare i gamberi ed aiutandosi con uno spelucchino o un coltellino eliminare il budellino nero (non buttate via le teste sono ottime per preparare fondi e brodo). Unire tutti gli ingredienti in una ciotola e miscelare per bene, coprire e lasciar marinare al fresco per circa un'ora.
Versare un cucchiaio d'olio di arachidi nel wok e quando bello caldo aggiungere i gamberi con la loro marinata, Far cuocere a fiamma viva mescolando e saltando per 3 o 4 minuti al massimo quindi servire al centro dei piatti.

Buon appetito a tutte e tutti
 

07 nov 2014

La pasta il mare e il pesce azzurro: mezze penne con sugo di acciughe e sardine

Adoro il pesce azzurro, la sua freschezza, il suo sapore senza considerare che spesso è locale ed ha quasi sempre un ottimo rapporto qualità prezzo. Questa volta ho pensato di preparalo in una semplice ricetta per un'ottima pasta, delle mezze penne con sugo di acciughe. Un piatto davvero facile e veloce da preparare ma anche un primo gustoso e saporito. Io ho usato per l'appunto acciughe (sia la Fra che Ginevra ne van matte) e sardine ma potete anche usare altri pesci. Ho inoltre alla fine profumato con del basilico fresco del mio orterrazzo (orto sul balcone), vi consiglio di tenerne sempre un vasetto quando il tempo lo permette.

Quindi ecco la facilissima ricetta per queste delizioso primo di mare con acciughe e sardine:

Ingredienti per due persone

150 grammi di pasta
150 grammi di acciughe fresche
150 grammi di sardine fresche
200 grammi di pelati
un mazzo di basilico fresco
un cipollotto
Olio extra vergine di oliva
sale
uno spicchio d'aglio

 Pulire i pesci eviscerandoli e deliscandoli, mettere su l'acqua, salare e quando bolle cuocerci le mezze penne. Tagliare a tocchetti i pelati scolarli e spezzettare pesce, tritare il cipolloto compreso il verde.
Versare in una ampia padella 4 cucchiai d'olio, quindi aggiungere il cipollotto e lo spicchio d'aglio (in quest'ultimo inserito uno stuzzicadenti così è più facile rimuoverlo), far imbiondire quindi eliminare lo spicchio d'aglio, aggiungere i pelati tagliati a tocchetti e far andare qualche minuti quindi aggiungere i filetti di pesce puliti poc'anzi , far andare per qualche minuti quindi aggiustare di sale.
Scolare la pasta e trasferirla nella padella col sugo, aggiungere un po' di foglie di basilico tritate grossolanamente (preferibilmente usate un coltello in ceramica e non in ferro). Saltare in padella per qualche decina di secondi quindi servire al centro dei piatti.

Buon appetito e buon week end a tutte e tutti.

05 nov 2014

Una facile ricetta per un buon antipasto di pesce: Tartare di salmone con olio e semi di sesamo lime

Adoro le tartare di pesce crudo, ne ho già pubblicate parecchie in passato,  le trovo davvero gustose e ottime, facili e veloci da preparare come la semplice  ricetta che presento oggi, una fantastica tartare di salmone con olio e semi di sesamo.

Durante la mia ultima trasferta in quel di Milano, acquistato dei semi sesamo per l'appunto in un noto negozio orientale, e già durante il viaggio di ritorno in treno, ho cominciato a pensare a tutte le varie ricette e piatti in cui utilizzarli, una delle prime idee che mi son venute in mente è proprio questa semplicissima tartare di salmone, un pesce gustoso sia cotto che crudo e che si sposa molto bene  con l'olio di sesamo, ho quindi pensato di aggiungere anche un po' di semi di sesamo per l'appunto, sia per dare una nota leggermente croccante e saporita sia per l'aspetto cromatico nella presentazione del piatto. Ho scelto quindi di proporre il piatto in piccolo ciotole in modo e senza tanti orpelli, sia per presentarlo come fingerfood sia per richiamare una sorta di idea orientale con la semplicità e l'essenzialità.

In pochi istanti questo delizioso antipasto era pronto sul tavolo, giusto il tempo di scattar due foto per il blog e poi via con la prova assaggio, che secondo tutti i miei commensali, è stata superata ampiamente a pieni voti :-) Ecco quindi la semplice e veloce ricetta per questa ottima tartare di salmone

Ingredienti per 4 ciotole 

un filetto di salmone  di circa 200 grammi
semi di sesamo bianchi
semi di sesamo neri
il succo di mezzo lime
un cucchiaino di olio di sesamo

Pulire il filetto di salmone eliminando eventualmente la pelle e parti scure, quindi con un coltello tagliarlo a piccoli pezzetti (tartare), versare in una ciotola grande e condire per bene con il succo di lime e l'olio di sesamo. Trasferire nelle ciotoline quindi aggiungere un po di semi sesamo sopra la tartare.

Buon appetito a tutte e tutti

Se siete interessati ad altre mie ricette per degli ottimi crudi di pesce cliccate qui!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis