25 ott 2011

La ricetta a sei mani: canestrelli alla ligure - Anche Ginevra ora collabora a la piccola casa!

Come avevo annunciato alcuni giorni fa su facebook lo scorso week end, visto che il riscaldamento condominiale era ancora spento, abbiam deciso di accendere il forno e preparare uno dei più classici dolci liguri: i canestrelli. Sono un tipo di dolce / biscotto, per la precisione frollini, diffuso un po' in tutto il nord Italia, gli unici però che hanno ricevuto il Pat ""Prodotto Agroalimentare Tradizionale italiano"" sono i canestrelletti di Torriglia, uno storico comune dell'entroterra genovese. Sono veramente buoni e uno tira l'altro, nel levante genovese di solito vengono aromatizzati con buccia di limone, è ancora usanza a Genova portare una confezione di canestrelli e caffè di torrefazioni quando si va a trovare a casa una persona.
Era un po' di tempo che volevamo prepararli e la piccola Ginevra continuava a dire "papà facciamo i canestrelli", eravamo anche andati dal mio fornitore abituale di prodotti per la cucina a comprare due stampi e così garuli garuli e per riscaldarci abbiam deciso di prepararli sabato sera. E' stata una vera ricetta a sei mani, e quindi anche la prima ricetta ufficiale di Ginevra nella piccola casa, lei era l'addetta all'utilizzo dello stampo per ritagliare i biscotti, mentre io la fra impastavamo e tiravamo la pasta. La ricetta di per se è facilissima e veloce da preparare, vi consiglio solo di far riposare per 20 - 30 minuti la pasta ottenuta in frigorifero per far indurire il burro in modo che la pasta non si ammolli maneggiandola.
Ginevra era felicissima, ci siam divertiti un mondo a prepararli insieme, e poi ha voluto vederli dal vetro del forno per seguire la cottura... una volta pronti poi... come dicevo uno tira l'altro... ho dovuto contingentarli sennò si rischiava l'indigestione talmente eran buoni!

 (ecco i canestrelli in cottura dentro al forno)

Ingredienti per 600 grammi di canestrelli

300 grammi di farina 00 di grano tenero
230 grammi di burro
100 grammi di zucchero
due uova
un pizzico di sale
zucchero a velo
farina per impastare

Tagliare a tocchetti il burro e farlo ammorbidire a temperatura ambiente, formare la classica fontana con la farina e il pizzico di sale e  lo zucchero, aggiungere quindi il burro ammollato e i tuorli delle due uova, conservare i bianchi per utilizzarli dopo per lucidare i canestrelli. Lavorare per bene l'impasto amalgamando tutti gli ingredienti, quindi formare una palla, fasciarla con la pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigorifero per una mezzora.
Accendere il forno, meglio se ventilato, e portarlo a temperatura di circa 150 gradi, non di più perché i canestrelli non devono diventare bruni ma rimanere chiari. Stendere la pasta e con il mattarello tirarla allargandola sino ad ottenere uno spessore di circa 1 cm. Con la stampino a fiore ritagliare i canastrelli se metterli su di un foglio di carta da forno all'interno di una leccarda, via via ripassare al mattarello i ritagli di pasta avanzata per ottenre ulteriori canestrelli. Spennellarli con il bianco dell'uovo e infornarli a 150 gradi per circa 20 minuti. Terminata la cottura far raffreddare e aiutandosi con un setaccino spolverarli con lo zucchero a velo.

Buon appetito a tutte e tutti e al momento del caffè ricordatevi di questi ottimi canestrelli!

22 commenti:

Dana ha detto...

E' uno dei biscotti preferiti dalle mie figlie, e da me! Però non sono ancora riuscita a convincere le mie streghe a "sporcarsi" le mani al posto mio, eppure son grandi! Bravissima Ginevra!

max - la piccola casa ha detto...

grazie da Parte di Ginevra, li è da quando ha passato l'anno che le piace impastare l'acqua con la farina, si diverte un sacco e fa le sue pizze o i suoi gnocchi :-)

Barbara ha detto...

E brava Ginevra, pare quasi di sentire il profumo spargersi in cucina!

Elena ha detto...

è uno dei dolci più buono che c'è, sono di una bontà unica e irresistibile!!

Stefania ha detto...

ma che belli che sono; io ultimamente ho avuto modo di assaggiare i canestrelli di Andrate (TO) che sono tipo cialdine. Mi segno la tua ricetta, un abbraccio

Nani e Lolly ha detto...

Non sono buoni ma buonissimi!Ti sono venuti perfetti complimenti a te e alla piccola Ginevra!

Mary ha detto...

Attirano sempre queste paste!

Simona ha detto...

splendidiiiii

giovanni uno storico in cucina ha detto...

buoni.. vado subito a preparare il caffè..:-)

Ale ha detto...

Complimenti Ginevra!!!! Ottimi canestrelli...siete stati bravissimi e...mi piace l'immagine della collaborazione =) buon pomeriggio

Olga ha detto...

O mamma mia, ma siete stati bravissimi!!!! Ginevra comincia proprio presto!!! un bacione

stefy ha detto...

Secondo me il merito di questi canestrelli va tutto alla tua piccola Ginevra....vi sono venuti benissimo! Stefy

Yukari - The Kitchen Fairy ha detto...

Bravissima!!:)

raffy ha detto...

meravigliosi!!! complimenti...

Damiana ha detto...

Immagino la felicità di Ginevra nel ritagliare i fiorellini,io sono grande e il "biscottare"mi piace da matti!!I canestrelli poi sono buonissimi,l'unica pecca è che poi è difficile fermarsi!!
Ciao max!!

La cucina di Molly ha detto...

Sicuramente un divertimento per la piccola Ginevra e una soddisfazione per il papà nel vedere realizzarsi questi splendidi biscottini! Complimenti sono perfetti!Ciao

Psycook ha detto...

Ma chi si rivede...con ricette sempre belle!
Ti ho linkato su officucina, il mio nuovo blog...
A presto!
Enrico aka Psycook

LaMagicaZucca ha detto...

Questi biscotti mi piacciono molto ma non li ho mai fatti perciò mi segno la ricetta!!!

Fabiola ha detto...

ma sono perfetti!!!!!!! bravo, un abbraccio.

Saretta ha detto...

So' soddisfazioni!!!!

Cucinado con mia sorella ha detto...

Questo duetto mi sembra perfetto... lo dimostrano vostri biscotti meravigliosi! il nome di tua figlia è tra i miei preferiti per la bimba in arrivo!
Ciao, Chiara

lesrecettesdupanier ha detto...

Superb! They look delicious. I will cerainly give a try.

Thanks for the sharing.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis