28/mag/2007

La ricetta del pesce al sale: Orata al forno in crosta di sale e timo


Devo essere stato colpito da una crisi di masochismo acuto perché Sabato, nonostante la temperatura a Sestri Ponente fosse prossima a quella raggiunta dalla fusione nucleare all'interno del sole, ho deliberatamente deciso di accendere il forno! Era un po’ che non preparavo un pesce in crosta di sale (tipo questa palamita o questa cernia), e la Fra lo voleva mangiare, così ho innalzato la temperatura de la piccola casa a valori simili a quelli del deserto della Namibia alle 13.00
Battute a parte, dal mio pescivendolo di fiducia, ho trovato una bella orata gigante pescata in mare e non di allevamento, che ho preparato in crosta di sale al forno. È un tipo di cottura particolarmente salutare in quanto non aggiungendo condimenti grassi permette di lasciare il pesce molto leggero, inoltre la crosta di sale fa si che il pesce venga cotto “col suo vapore”.
Per rendere un po’ più mediterranea questa orata, ho aggiunto del timo al sale, e nella pancia del pesce un ramoscello di rosmarino, un foglia di alloro e alcune fettine di limone (danno un tocco fresco alla preparazione.)
Cotto in questo modo il pesce è rimasto leggero ma gustoso, e visto le dimensioni… ha risolto il problema del pranzo e della cena.
Ecco quindi la ricetta della orata al forno in crosta di sale.

Ingredienti (x 4 persone)

1 orata di circa 1 kg (anche più)
2 Kg di sale grosso marino
1 manciata di timo
1 limone non trattato, di cui metà a fettine
1 ramoscello di rosmarino
1 foglia di alloro

In una boule (grossa ciotola) mescolare il sale grosso e il timo, stendere quindi su una leccarda uno strato di sale grosso mescolato col timo, vi consiglio di mettere un foglio di carta da forno sotto il sale, sarà più semplice pulire il tutto.
Nella pancia dell’orata (me la son fatta pulire in pescheria) inserire il ramoscello di rosmarino, la foglia di alloro e le fettine di mezzo limone. Stendere quindi il pesce sullo strato di sale e ricoprirlo completamente con il sale rimanente. Spremere il mezzo limone e farlo cadere goccia a goccia sullo strato superiore del sale. Aiuterà la formazione della crosta e darà profumo.
Infornare in forno caldo a circa 180 gradi per mezz’ora, il tempo dipende dalle dimensione e dallo spessore del pesce. Al termine della cottura rompere la strato superiore della crosta aiutandosi con un cucchiaio quindi  servire al centro dei piatti.

Ho accompagnato il tutto con un ottimo Grattamacco Bianco, un vermentino della zona di Bolgheri, consigliatomi dal mio vinotecaro di fiducia.

PS: se ti interessa qualche altra ricetta a base di pesce clicca qui!

15 commenti:

flat eric ha detto...

A fiducia ordino il bis!

flo ha detto...

ma voi allora siete dei super cuochi di pesce eh??? ;) ogni volta che passo di qui rimango a bocca aperta! ( io il pesce ancora non l'ho imparato a cucinare ma prendere spunto da queste ricettine , non e' per nulla una brutta iddea!!! ;) ) ciaooo

flo

max - la piccola casa ha detto...

x flat:
se passi da Genova, fai un fischio che la ripreparo.

x flo: super cuoco è eccessivo, forse anche cuoco è eccessivo... mi piace tantissimo il pesce, e in questi anni ho cercato di prepararlo, seguendo anche i consigli di mio padre, che lui si che era un cuoco anche come lavoro. Comunque cucinare il pesce non è difficile, anzi... beh forse mi aiuta anche il fatto che son zeneize...

k ha detto...

ahh che buona!E' un po'che non faccio il pesce in crosta di sale, ma mi hai fatto venire voglia!. Se questo tempo orribile va avanti, mi sa che domani orata!

sediciaprile ha detto...

Sestri Ponente?? se non è un segreto qual'è il tuo pescivendolo di fiducia?? io abito a Borzoli e non ne ho ancora trovato uno!!

max - la piccola casa ha detto...

x sedici aprile: io di solito vado in piazza dei miconi alla pescheria linea azzurra.

enzo62vv ha detto...

mi permetto di suggerire un piccolo trucco che favorisce il lavoro di copertura del pesce e la formazione della crosta, basta aggiungere alla mescola del sale con le erbe un bianco d'uovo, è insapore rende più facile l lavoro.
ciao enzo

yve ha detto...

Stavo appunto suggerento lo stesso trucco. Il bianco d'uovo mescolato al sale permette di rompere la crosta di sale come un guscio di noci...
Bravi!
Yve

Anonimo ha detto...

Ho appena cucinato una spigola con la tua ricetta e devo dire che era ottima.complimenti continua cosi'.

Stn.

max - la piccola casa ha detto...

x stn: grazie son contento che ti sia piaciuta!

daniele ha detto...

Max stamattina ho pescato un' orata di circa 1kg e una riccioletta un po' più piccola e le ho fatte insieme con la tua ricetta che tra le tante è quella che mi ha colpito di più per la semplicità, complimenti è venuta una cena spettacolare!

Anonimo ha detto...

stiamo preparandola ora,,speriamo bene!! :-)

max - la piccola casa ha detto...

x anonimo: fammi sapere come ti è venuta e si ti è piaciuta!

. ha detto...

Ho appena infornato... ti faccio sapere tra un paio d'ore, sono fiducioso! ;)

. ha detto...

Fantastica! Grazie x l'ottima ricetta :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis

AddThis Smart Layers