28 gen 2007

Birra in casa: come preparare una ottima Scotch Ale - la ricetta

Eccomi qua, come promesso ieri, a pubblicare la ricetta che ho seguito per preparare 23 litri di ottima Scottish Ale.

La mia passione e' nata anni or sono e qualche natale fa la Fra (scusate il gioco di parole...) mi regalò l'ottimo kit di mr-malt, che è anche il mio fornitore abituale, all'inizio come tutti ho prodotto birra da kit poi sono passato alle due varianti la estratto + grani (quella di questa ricetta) e la all grain.

la preparazione può sembrare complicata ma in realtà è semplice e vi assicuro alla fine assaggerete delle ottime birre che nulla hanno da invidiare a quelle commerciali, anzi....

Per chi fosse interessato sul sito di davide Bertinotti potete trovare molte informazioni e un'ottima guida.

Ecco ora come promesso la ricetta dalla scotch ale

Ingredienti:
Estratto di malto diastatico 1.6 Kg
Estratto di malto Light 3.2 Kg
Malto in polvere Light 300 g
Malto amber in grani 300 g
Malto Crystal in grani 640 g
Malto Special B in grani 75 g
Peated Malt in grani 100 g (malto torbato scozzese)
Rauch Malt in grani 100 g (malto affumicato)
Luppolo E. K. Golding 23 g
Luppolo Targeet 25 g
Luppolo Styrian 10 g
Luppolo Hallertau 10 g
Lievito Scottish Ale
Acqua circa 20 - 22 litri

Macinate tutti i grani d malto insieme (amber, crystal, special B, peated, rauch), in caso non si ha una macina per farine si può usare un batticarne ma è piuttosto lungo... Sistemate quindi il tutto in in un grain bag (un grosso sacco) in modo da evitare problemi durante il passaggio nel fermentatore.

In una pentola capiente versare circa 8 litri di acqua e portare a 70 gradi, aggiungere il grain bag e lasciare in infusione per 30 minuti, in questo modo si estrarranno dai malti aromi e destrine. Dopo 30 minuti di infusione l' acqua sarà di un colore scuro, estrarre quindi il grain bag.
A questo punto aggiungere nella pentola l'estratto di malto, prima quello liquido (un buon metodo per renderlo più fluido è quello di tenere le latte a bagno in acqua calda) e poi quello solido, è importante rimescolare accuratamente per evitare la formazioni di grumi e non far attaccare il malto alle pareti della pentola.

A questo punto il mosto va portato a ebollizione per la luppolatura (a 100 gradi il luppolo rilascia l'amaro), per sterilizzare e far precipare i residui. Il luppolo da amaro (target, hallertau, styrian) va aggiunto ad inizio ebollizione e dopo 45 minuti si aggiunge anche il luppolo da aroma (golding) per ulteriori 15 minuti.

Per evitare di ritrovarsi foglie di luppolo per tutto il mosto conviene inserire i luppoli da amaro e quello da aroma in due distinti hop bag (delle specie di calze di garza) che verranno buttati nel mosto bollente per i tempi indicati.

Terminata la bollitura si estraggano i due hop bag e si raffredda il pentolone mettendo a bagno nel lavandino pieno d'acqua (attenzione che niente entri dentro la pentola...). Si travasa quindi tutto il mosto dentro il fermentatore (precedentemente santiizzato con varechina e risciacqui di acqua bollente). Si porta a 23 litri con l'aggiunta di acqua (è importante che sia acqua buona) e quando la temperatura del tutto e' sceso a 20 - 22 gradi si accende lo starter di lievito come preparato nel precedente post.

A questo punto si mescola vigorosamente per alcuni minuti (anche il mestolo deve essere ovviamente sterilizzato ) e si tappa il fermentare e si inserisce il gorgogliatore con un po' d'acqua.
E' buona norma misurare la densità (o gravità) nel mio caso era 1.070, il densimetro è normalmente contenuto nel kit di mr-malt

Dopo alcune ore (anche 1o) si incomincerà a sentir il gorgogliatore emettere il classico gorgoglio.

Lasciare riposare il tutto per almeno una settimana facendo attenzione che la temperatura non scenda sotto i 15 gradi...

la prossima settima procederò con il passaggio al secondo fermentatore

Per chi non possiede un secondo fermentatore, è possibile comunque imbottigliare direttamente dal primo fermentatore.

6 commenti:

cat ha detto...

scusa la domanda: ma dove cappero lo tenete il tanicone?, ho fatto leggere a mrs. bee (mia moglie) il post, e le ho solo accennato: sarebbe fighissimo provarci! risposta: o io o lui (il botregone di birra!)eppoi ti ho detto che non voglio animali in casa, e i lieviti rientrano nella categoria "animali"!siamo giunti ad un accordo: lo potrò portare in cantina! alla prossima puntata, sono curioso di vedere il risultato! saluti golosi cat

max ha detto...

io lo tengo in cucina, non produce odori, solo il gorgoglio i primi 3 giorni, inoltre per tenere al caldo il "bimbo" lo copro con una copertina di pile normalmente usata dalla Fra... :-) (io comunque l'avevo comprata apposta per il fermentatore...)

loste ha detto...

Ecco questa è una cosa che mi ha sempre attratto... ma dopo che ho letto la tua ricetta mi attrae di meno (sembra complicatina). Comunque per ora mi preparo (Kit e mente) Poi ci provo. Magari per il prossimo Natale una bella Christmas Beer.
Saluti, Loste

max ha detto...

ciao loste, non è così complicata come sembra, anzi... Per la Xmas birra lo sai che esiste davvero, e si prepara in questi mesi in modo che sia maturata in bottiglia al punto giusto proprio per Natale.

Anonimo ha detto...

Ma quei pochi grani di malto AFFUMICATO sono sufficienti a dare l'aroma affumicato?
Io ho letto che quei grani vanno usati in proporzione 100%.

Io solitamente uso i kit, ma vorrei una birra affumicata e quindi pensavo di comprare quei grani da mr-malt e usarne 1kg in qualche litro di acqua.
Ma con 1 solo kg in un totale di 23 litri di acqua (piu' solito malto luppolato tipo lager), sarà sufficente a far sentire il suo aroma?

migoiu1 ha detto...

ciao, vorrei sapere qual è l'attrezzatura ke m occorre x fare la birra.intendo tutto xke a casa non ho nulla.
grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis