23 ago 2015

Nove anni fa ho scritto il primo articolo del blog! Buon compleanno La Piccola Casa!

Max, Ginevra e Francesca al rifugio Questa

E già, proprio così, son già passati ben nove anni da quel 23 agosto del 2006, ricordo ancora quando presi la decisione di creare La Piccola Casa, il mio personale food blog, e iniziai a scrivere i primi post e le prime ricette, son passati già nove anni e son successe tante, cose, nel frattempo la casa è un po' cambiata, è diventata più grande anche perché è arrivata la nostra piccola principessa Ginevra che ora a sette anni, ma il blog è sempre stato li presente ad accogliere i miei post e le varie ricette che via via provavo e creavo. un compagno di viaggio che mi segue per l'appunto da nove anni.
Per festeggiar quindi questo compliblog, ho scelto questa foto che ci han scattato questa estate al rifugio Questa del CAI Ligure sulle Alpi Marittime a 2400 metri, era poco dopo l'alba ed eravamo pronti per un'altra bellissima giornata di cammino durante la nostra traversata delle Alpi.

Quindi tantissimi auguri La Piccola Casa e ora via dritti in cammino verso il prossimo anniversario del blog, un altro son dieci anni!!!!

20 ago 2015

Guazzetto di muscoli (cozze) di La Spezia con pomodorini, basilico e pepe bianco


Dopo le nostre vacanze alpine a spasso per la Val Gesso la voglia di preparare qualche semplice ma gustoso piatto di mare era davvero tanta, così ho pensato a questo fantastico guazzetto di muscoli di La Spezia, una varietà di cozze usatissima qui in Liguria, son piccolini ma davvero gustosi.
Come dicevo ho pensato di preparali in un guazzetto aromatico con dei pomodori ciliegini che coltivo sul terrazze e un po' di basilico che apporta sempre un profumo fantastico e si sposa in maniera fantastica con le tomate (pomodori in genovese), ho quindi accompagnato il tutto con del pane secco che aggiunto direttamente nel piatto assorbe il brodo del guazzetto diventando davvero un concentrato di sapore.

Come dicevo il piatto è davvero semplice da preparare, veloce da cucinare e in poco tempo guazetto sarà in tavola pronto da essere gustato, ecco quindi la ricetta per cucinare questo fantatico guazzetto di muscoli di La Spezia:

Ingredienti per due persone

1 kg di muscoli di la spezia (cozze)
uno spicchio d'aglio
basilico fresco
300 grammi di pomodorini freschi (tipo ciliegini)
vino bianco secco (io ho usato del vermentino)
pepe bianco
Olio extra vergine
pane secco
succo di limone 

Pulire per bene le cozze sotto acqua corrente eliminando con un coltellino le incrostazioni e i cirripedi e levando il bisso ovvero la "barbetta" con cui son attaccate negli allevamenti: farle quindi aprire in un tegame con coperchio a fiamma vivace, prelevare le cozze e filtrare il loro liquido versandolo attraverso un un imbuto con all'interno la carta assorbente da cucina (piegatela in quattro e ritagliatela per ottenere un piccolo cono). Tagliare a  metà i ciliegini quindi in una casseruola con i bordi alti imbiondire lo spicchio d'aglio in quattro cucchiai d'olio extravergine di oliva quindi aggiungere i pomodorini, bagnare con un po' di vino bianco e far andare per qualche minuto facendo sfumare l'alcol, aggiungere l'acqua delle cozze, una bella grattata di pepe bianco e un po' di succo di limone, far riprendere calore e aggiungere le cozze precedentemente aperte, far andare per qualche minuto.

Servire nei piatti fondi il guazzetto con un mestolo, aggiungendo un po' di basilico tritato e un filo d'olio extra vergine di oliva,  quindi portare in tavola insieme a qualche fetta di pane secco.

Buon appetito a tutte e tutti.

14 ago 2015

Ecco qualche foto della nostro trekking sulle montagne delle alpi marittime in Val Gesso

Come avevo scritto nel precedente post eccomi a pubblicare qualche fotografia che ho scattato durante il nostro trekking nelle api marittime, in particolare in val gesso nella zona dell'Argentera. Sei giorni davvero bellissimi, faticosi per il tanto cammino e gli zaini in spalla, ma davvero rilassanti per la mente, panorami selvaggi e incontaminati, rifugi accoglienti e persone sempre disposte a scambiare parole e consigli utili in montagna

Il ponticello di legno che conduce al rifugio Livio Bianco


Ginevra dopo oltre mille metri di solita e cinque ore di cammino in cima al colle di Valmiana a 2922 metri  e dopo ci aspettava una discesa di oltre 1300 metri ...

Ginevra e la Fra al lago sottano della Sella in direzione colle di Valmiana

un passaggio per arrivare ai laghi di val scura vicino al rifugio Questa

Il lago del Claus a 2400 metri

Il lago delle portette proprio sotto il rifugio Questa


una valle verde bellissima: il piano del Valasco

Ginevra di fronte al rifugio Livio Bianco

Il rifugio Questa, un vero nido d'aquila proprio sopra il lago delle Portette

Il rifugio Valasco, la vecchia casa reale di caccia, un castello in miniatura a piedi del piano superiore del Valasco

stambecchi !!

la famiglia fattorini al completo in partenza dal Questa :)

12 ago 2015

Una ricetta per il barbecue di Ferragosto: Tagliata di manzo alla paprika affumicata e cumino


Ferragosto si avvicina e come da tradizione molti saran dietro a bracieri e barbecue su cui arrostire e grigliare carni, verdure e pesci, ho penato quindi di pubblicare questa semplicissima ricetta che ho preparato l'altra sera di ritorno dalla nostra traversata sulle Alpi Marittime (nei prossimi giorni pubblico qualche foto). Non potendo accendere un barbecue in cucina ho dovuto optare per una classica bistecchiera ma il principio è lo stesso. Ho preso due bei pezzi di controfiletto da fare a tagliata è li ho insaporiti con della paprika affumicata (apporta un ottimo profumo fumoso ...) e del cumino, inoltre per favorire la creazione della crostina dal classico sapore di "cotto alla brace" ho aggiunto poco zucchero di canna per contribuire alle reazioni di Maillard che avvengono ad alta temperatura proprio tra zuccheri e proteine e son le responsabili del classico gusto cotto alla brace per l'appunto. Ho aggiunto anche un po' di pepe per rafforzare il sapore, usate sempre quello in grani e non in polvere perché i suoi oli essenziali evaporano facilmente e quindi rimane soli il piccante e non il sapore; quindi anche poco timo semplicemente perché ci sta bene :) . Girate solo una volta la carne in modo che la parte esterna a contatto col calore sigilli all'interno i succhi rendono il controfiletto più gustoso e morbido.

Ecco quindi come preparare questa fantastica e gustosa tagliata di controfiletto con paprika affumicata e cumino:

Ingredienti per due persone

due pezzi di controfiletto di circa 300 / 400 grammi l'uno
un cucchiaino di paprika affumicata
mezzo cucchiaino di semi di cumino
mezzo cucchiaino di zucchero di canna
timo
sale grosso marino
pepe in grani

In un mortaio pestare il pepe in grani, il sale grosso, lo zucchero di canna, il cumino e la paprika affumicata, quindi con la miscela ottenuta massaggiare per bene la carne e lasciar riposare una decina di minuti.

Far riscaldare la bistecchiera sino a quando avvicinando una una mano sopra si sento davvero caldo, adagiare sopra i due pezzi di carne e farla cuocere 4 minuti da un lato (non muovetela, resistete alla tentazione di toccarla) quindi girateli e fateli cuocere per altri 3 / 4 minuti (eventualmente se lo avete controllate la temperatura interna della carne, l'ideale è 54 / 55 gradi). Levare la tagliata dal fuoco e lasciar riposare per una decina di minuti, continuerà a cuocere e i succhi si ridistribuiranno all'interno, rendendola il controfiletto ancora più gustoso e tenero. Tagliare quindi a fettine la carne e servire nei piatti.

Buon appetito e buon Ferragosto a tutte e tutti!

28 lug 2015

La ricetta super veloce: Finger food di fagioli, tonno e cipolle alla senape e succo di lime


Ecco una ricetta davvero veloce, facilissima da preparare e con ingredienti che generalmente si han sempre in a disposizione in dispensa. Si tratta di una versione finger food di una classica insalata di tonno e fagioli arricchita dal sapore della senape e dal profumo di succo di lime. Un antipasto davvero semplice da preparare, ottimo consumato fresco, quindi ideale per questa calde giornate di questa estate dominata da Caronte ... . Si può preparare al momento oppure con largo anticipo e poi conservata al fresco e pronta per quando serve, magari anche per accompagnare un aperitivo con amici e soprattutto non bisogna accendere i fornelli ....

Ecco quindi la ricetta per preparare questa ottima insalata di fagioli, tonno, cipolla alla senape e succo di lime:

Ingredienti per 4 persone

150 grammi di tonno sottolio
200 grammi di fagioli lessati
mezza cipolla bianca
prezzemolo fresco
due cucchiaini di senape
Olio extra vergine di oliva
mezzo lime
sale

Scolare il tonno dall'olio in eccesso quindi spezzettarlo in una ciotola grande, aggiungere i fagioli lessati; tagliare a fettine sottile la mezza cipolla aggiungerla quindi ai fagioli e il tonno.  Condire con olio e sale e la senape (uno o due cucchiaini a piacere), aggungere un cucchiaio di prezzemolo tritato, spremere il mezzo lime e mescolare per bene, versare quindi nelle coppettine o ciotoline e servire.

Buon appetito a tutte e tutti

17 lug 2015

Una ricetta fresca per questa calda e torrida estate: Insalata di sedano, noci e parmigiano reggiano


In questa calda, torrida estate 2015 (le temperature di luglio son le più alte degli 25 anni qui a Genova) la voglia di stare dietro a fornelli accessi è davvero poca, è quindi un fiorire di piatti freddi e insalate varie, come questa gustosa insalata di sedano, parmigiano reggiano e noci, una ricetta davvero semplice e veloce da preparare, che ho scelto di presentare in versione finger food. Si tratta di un piatto gustoso e sostanzioso, grazie alle noci e al parmigiano ma anche fresco e con una piacevole nota "croccante". Come dicevo si prepara davvero in un istante e lo si più fare con anticipo lasciandolo poi in frigo pronto all'occorrenza, ideale quindi come antipasto ma anche per un aperitivo o una cena in piedi con amici.

Ecco quindi la velocissima ricetta per preparare questo gustosa insalata fresca e saporita:


Ingredienti per 4 persone

80 grammi di parmigiano reggiano
24 noci
due o tre coste di sedano
Olio extra vergine di oliva
sale

Sgusciare le noci e metterle da una ciotola capiente, pulire le coste di sedano eliminando gli eventuali fili quindi tagliare a tocchetti e aggiungerle alle noci, con un coltello raschiare il parmigiano reggiano sopra le noci e il sedano ottenendo delle scaglie (raspadura) quindi condire con sale e olio di oliva extra vergine di oliva, servire in tante coppette o piattini.

Buon appetito a tutte e tutti con questo gustoso e fresco piatto.

07 lug 2015

Una pasta semplice e gustosa: scialatielli al limone con mortadella pistacchi di Bronte e finocchietto


Ecco la ricetta per una pasta davvero veloce e facile da preparare ma molto gustosa e saporita, tempo fa avevo preso un pacco di scialatielli al limone, un formato di pasta creato ad Amalfi verso la fine degli anni settanta dallo chef Cosentino; visto che questo formato di pasta da il meglio di se saltato in padella, ho pensato di farli andare con un po' di mortadella leggermente abbrustolita in padella e con del pistacchio di pronte, a un matrimonio perfetto con la mortadella, inoltre ho aggiunto una nota fresca e particolare con del finocchietto fresco, vi consiglio di tenerne sempre una piantina sul terrazzo, per completare il tutto poco pepe bianco a piacere per dare un po' di smart in più.

Come dicevo la ricetta è davvero semplice e veloce da prepare, si cucina mentre bolle l'acqua e si può dire che in 15 minuti la pasta è intavola pronta per essere letteralmente divorata come è successo alla mia :)

Ecco quindi la semplicissima ricetta per questa ottima e gustosa pasta:


Ingredienti per due persone 

150 grammi di scialatielli 
80 grammi di mortadella tagliata a fette 
una manciata di pistacchi di Bronte sgusciati 
finocchietto selvatico fresco 
sale 
pepe bianco
Olio extra vergine di oliva

Mettere su l'acqua, salare e quando bolle cuocere la pasta secondo i tempi indicati lasciandola al dente. Nel frattempo tagliare a listarelle la mortadella e in un mortaio pestare leggermente i pistacchi.  Tostare leggermente in padella i pistacchi con una generosa grattata di pepe bianco. metterne da parte un cucchiaio, quindi aggiungere le listarelle di mortadella e farle leggermente abbrustolire, aggiungere la pasta, un po' di acqua di cottura, un filo d'olio e un po' di finocchietto spezzettato grossolanamente, far saltare per un minuto, quindi servire al centro dei piatti, aggiungere un po' del pistacchio messo da parte prima e decorare con qualche rametto di finocchietto.

Buon appetito a tutte e tutti

23 giu 2015

Con l'inizio dell'estate 2015 ecco i primi pomodori maturati nel mio orterrazzo

L'estate è appena cominciata e anche quest'anno i pomodori che coltivo sul mio balcone, l'orterrazzo, han cominciato a presentarsi belli rossi, sodi e maturi giusto in tempo per festeggiare il solstizio. Di ritorno dalla nostra classica settimana a Finale abbiam trovato questi bellissimi pomodori ciliegini che facevano capolino in mezzo alle piante ormai rigogliose (son alte circa due metri) nei vasi sul terrazzo.
Come dicono Francesca e Ginevra altro che chilometro zero... questi son a metro zero, e soprattutto per Ginevra basta allungare una mano dalla finestra per raccoglierli.

E voi cosa coltivate sul terrazzo? avete anche voi un orterrazzo?


13 giu 2015

Buon compleanno piccola principessa Ginevra sette anni bellissimi


Tantissimi auguri piccola principessa, sette anni bellissimi con te, e con il tuo compleanno festeggiamo anche la fine del tuo primo anno di scuola, corre veloce il tempo ... mi sembra come fosse ieri il giorno che sei nata :)

Tantissimi auguri di buon compleanno Ginevra!


28 mag 2015

Tagliata di punta di petto di vitellone al porto rosso e paprika affumicata con porcini sottolio e peperoncini jalapeno grigliati


Adoro le tagliate di carne le preparo spesso e trovo che se cotte bene siano succulenti e gustose,  mi piace anche provare ad utilizzare tagli di carni diversi dai soliti, magari meno "pregiati" e quindi più economici, ma ottimi lo stesso. E' il caso della punta di petto che ho preparato l'altra sera, un taglio da noi utilizzato solitamente per lessi e brodo mentre negli States è spesso cotto nei barbecue. Una volta levata l'abbondante parte grassa che caratterizza questo tipo di carne, rimangono dei perfetti pezzi di muscolo belli rossi e molto magri, tutti dello stesso spessore, quindi ideali per una cottura uniforme.

Per rendere ancora più gustosa questa tagliata ho pensato di marinarla nel porto rosso e poi l'ho massaggiata con paprika affumicata, zucchero di canna (facilita la reazione di Maillard) e sale grosso. L'ho quindi abbinata a degli ottimi funghi porcini in olio di oliva, un classico sempre valido, e per dare un richiamo piccante a dei gustosi peperoncini jalapeno che coltivo sul mio orterrazzo,non son troppo forti e la loro caratteristica di esser belli "panciuti" li rende ideali da grigliare, nel caso vi sembrassero troppo piccanti potete alleviare la sensazione con dello yogurt intero :)


Ecco quindi la ricetta per cucinare questa fantastica tagliata di carne con funghi porcini:

Ingredienti per quattro persone


600 grammi di punta di petto (il peso è solo della parte rossa)
100 g di funghi porcini a pezzetti in olio di oliva
alcuni peperoncini jalapeno freschi
porto rosso
un rametto di rosmarino
alcune foglie di salvia
Paprika affumicata dolce
zucchero di canna
sale e pepe
pepe rosa per decorazione

Se ancora presente eliminare la parte grassa e le ossa dalla pezzo di carne di punta di  petto (non buttatelo è ottimo per fare un brodo), quindi sistemare la carne in una in una ciotola che la contenga quasi di misura, aggiungere un rametto di rosmarino, qualche foglia di salvia e bagnare con i porto rosso, coprire e lasciare marinare al fresco per un paio d'ore, rigirando ogni tanto.  Passato il tempo, prendere la carne scolarla dalla marinata quindi massaggiarla con paprika affumicata, zucchero di canna, pepe e sale grosso, lasciare riposare per una decina di minuti. Mettere la piastra di ghisa sul fuoco quando bella rovente, lasciarla ferma per cinque minuti, quindi girarli e cuocere per altri quattro minuti (con questi tempi la carne risulterà morbida e rosa / rossa al centro) . Levare la carne dalla piastra, coprirla con un foglio di carta di alluminio e lasciarla riposare per una cinque minuti almeno, in questo modo i succhi che il calore ha spinto verso l'esterno si ridistribuiranno all'interno rendendo più morbida e gustosa la carne. Nel frattempo tagliare parte dei peperoncini jalapeno a rondelle e cuocerli sulla bistecchiera rovente per pochi istanti, quindi cuocere anche quelli interi in modo da abbrustolirli leggermente; tagliare quindi la carne a fette e comporre il piatto sistemando da un loto alcune fette di tagliata, i funghi porcini sottolio al centro e dall'altro lato i peperoncini jalapeno, decorare con qualche bacca di pepe rosa e a piacere aggiungere un filo d'olio extra vergine di olica sulla carne.

Buon appetito a tutte e tutti!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis