11 ago 2014

In cucina non si butta via niente! fritto misto di pesce fresco in scapece aromatico con mirtilli, cardamomo, cipolla rossa di tropea e aceto di lamponi

Come ho scritto nel precedente post sulla frittura di pesce fresco, non dovete preoccuparvi se ne avete preparata di più, perché in cucina non si butta via niente ...anzi! e la frittura è da sempre un classico esempio di cucina del riciclo ad esempio con i vari scapece o escabeche dir si vogla, ovvero una marinatura con aceto cotto insieme ad aromi, una tecnica antica di  origine araba che poi si è espansa il tutto mediterraneo in particolare in spagna. Ad esempio da noi in liguria un classico è lo scabeccio di pesce, e da questo son partito per questa frittura di pesce fresco in scapece aromatico. In particolare per la nota dolce ho optato per dei mirtilli freschi e un po' di miele, senza considerare che la cipolla di tropea è dolce di suo. Per la nota aromatica e profumata ho invece ho optato per un gentile aceto di lamponi, e il profumo del cardamomo e dell'erba luisa o luigia.

La ricetta è davvero semplice da preparare e può essere adattata a molti ti di pesce sia fritti che alla piastra, quindi permette un ampio riciclo in maniera elegante e gustosa di molti avanzi.

Ecco quindi come preparare questo fresco e delizioso piatto:

Ingredienti

frittura di pesce avanzata (la mia era di alici,gamberi rossi, latterini e totani)
due cucchiai di  mirtilli
cinque  bacche di cardamomo
una cipolla rossa di tropea
sei cucchiai di aceto di lamponi
due cucchiaini di miele
mezzo bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe
erba luigia o limoncina
Olio extra vergine di oliva


Sbucciare e affettare la cipolla di tropea, farla appassire leggermente in padella con poco olio, aggiungere quindi l'aceto  di lamponi e il vino bianco incominciare a far svaporare quindi aggiungere i mirtilli, le bacche di cardamomo, il miele, qualche foglia di erba luisa e un pizzico di sale (a piacere anche una grattata di pepe bianco), far andare a fiamma bassa per una decina di minuti, lasciar riposare una decina di minuti quindi versare sopra il fritto di pesci, mescolar e lasciar marinare in frigorifero per una giornata.

Servire al centro dei piatti decorando a piacere con un ciuffo di erba limoncina (luigia o luisa).
Buon appetito a tutte e tutti

10 commenti:

Ely ha detto...

Non posso che dire che la aspettavo e.. ci speravo tantissimooooo :D L'ho sognata da quando me ne avevi parlato nel commento, chef Max!! :D Grazieeee... è stata oggetto dei miei desideri da allora, questa frittura ai mirtilli e lamponi <3 :D Un abbraccione a te e alla tua bella famiglia :)

Alessandra Castillo ha detto...

sono davvero
d'accordo con te
non si butta niente
amo il fitto misto di pesce
bravo come sempre besos Alessandra

Gilda Belloni ha detto...

Anche questa ricetta, all'apparenza semplice, diventa una meraviglia con l'aggiunta di ingredienti originali !!!!!

Cristina Pell ha detto...

Ma come si fa per prenotare da te?!? ahaha un saluto e a presto!

Luna B ha detto...

Ultimamente sono un po assente dal mondo del food blog perdono ma ho avuto un po di problemini personali. Comunque sono tornata giusto in tempo per gustare questa golosità :D

Massimiliano Fattorini ha detto...

Grazue Ely ma magari fossi uno chef.... nel caso la prepari fammi sapere che ne pensi!!

Massimiliano Fattorini ha detto...

grazie Alessandra, penso sia importante inventare e proporre ricette dedicate al riciclo in maniera gustosa e fantasiosa

Massimiliano Fattorini ha detto...

Grazie Gilda ma ti assicuro che è davvero semplice da preparare

Massimiliano Fattorini ha detto...

Ahhahahaha Cristina ... non si prenota :-)

Massimiliano Fattorini ha detto...

Grazie Luna, gentile come sempre, spero che i problemi si sian risolti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis