27 gen 2008

la ricetta della Gallinella in Court bouillon al limone e olio umbro


Direttamente dal pranzo di ieri ecco la ricetta della gallinella che ho preparato ieri, l'idea è nata da una semplice richiesta della Fra: mageremmo un po' di pesce bollito (ormai parla al plurale ...), ora volendo evitare il classico nasello, che se non cotto bene ricorda gli ospedali ... , ho cercato un pesce con una carne gustosa, l'occhio mi è caduto su di una gallinella bella grossa e da li il passo è stato semplice, ho pensato di cuocerla in un cort bouillon al limone e alla fine ho condito con un filo di olio umbro (nella foto non si vede).

La fra, e secondo lei anche la coabitante in lei ... , ha gradito particolarmente questa gallinella bollita, la cottura ha mantenuto il suo sapore arrichendolo con il profumo delle verdure e l'olio ha dato ulteriore sapore alla preparazione.

ecco quindi la ricetta per preparare questa semplice gallinella in court bouillon di limone e buona domenica a tutte e tutti.

Ingredienti per due persone (che stan diventando tre)

1 gallinella di circa 1 kg
1 pezzo di porro di circa 10 cm
1 carota
1 piccola cipolla bianca
1 costola di sedano
mezzo limone
un bicchiere di vino bianco fermo
1 gambo di prezzemolo
1 foglia di alloro
sale grosso (due cucchiai
2 litri di acqua
5 o 6 grani di pepe nero

Pelare la carota e tagliarla a pezzettoni, pelare la cipolla e tagliere anch'essa a pezzettoni, versare due litri di acqua in una abbastanza capiente da contenere anche il pesce, aggiungere la costola di sedano, il bicchiere di vino, il mezzo limone, la foglia di alloro, il gambo di prezzemolo, il pezzo di porro quindi accendere la fiamma e portare a bollore, a questo punto aggiungere i grani di sedano e due cucchiai di sale grosso, lasciare andare per altri 10 minuti, aggiungere quindi la gallinella (ovviamente vanno prima eliminate le branchie e le interiora, normalmente potete farlo fare al pescivendolo), continuare a cuocere per 10 o 15 minuti (dipende dalla dimensione del pesce).

Estrarre il pesce, sfilettarlo e servirlo al centro del piatto versando un filo d'olio.

Non gettate via la testa e i vari resti, ributtateli nella pentola e continuate a cuocere sino a che non avrete ridotto almeno della metà il liquido, vi rimarrà così un ottimo brodo di pesce che si potrà congelare ad esempio nelle vaschette del ghiaccio in modo da avere tante piccole dosi di brodo di pesce.


Technorati Tags: , , , , ,

9 commenti:

graziella ha detto...

Che brutta faccia!! Quella del pesce,naturalmente!
Il gusto del piatto sarà sicuramente buono, però!

caravaggio ha detto...

mi basterebbe anzi mi acconterei di una mini porzione buon inizio di settimana

Liùk ha detto...

giusto sabato sera ho fatto una tartare di gallinella..... con prescinseua....

salsadisapa ha detto...

uahahhhh la gallinella è una squisitezza... bacia anche bene?
:-)
ciao!

fairyskull ha detto...

Oddio sta foto sopra mi fa un po' impressione !! Le cotture semplici cosi sul pesce son quelle migliori, naturalmente a chi piace sentirne il vero sapore !!
http://ricettedafairyskull.myblog.it/

Anonimo ha detto...

fatti la barba. Eh eh

Anonimo ha detto...

grazie per avermi fatto conoscere il termine court bouillon

Anonimo ha detto...

bene adesso vado in cucina e provo
poi ti sapro dire

Alessandro ha detto...

...ma il court bouillon non si deve preparare prima, lasciar raffreddare e poi mettere il pesce nel brodo quando quest'ultimo e freddo e da li cominciare la cottura? io lo ho sempre fatto cosi, ricetta originale francese...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis