3 mag 2011

Dal Garum alla pasta: spaghetti alla chitarra con colatura di alici e pane grattugiato tostato


MI piace la colatura d'alici, il suo gusto intenso e il suo profumo mi portano subito sul mare, e mi piace pensare che questo ottimo ingrediente sia il discendente nobile del celebre garum romano, una salsa a base di interiora di pesci che i romani mangiavano aggiungendolo a focacce e pagnotte; sono in molti effettivamente ad accostare queste due preparazione anche se sono sicuramente diverse, credo che oggi probabilmente non avremmo neanche l coraggio di assaggiarlo il garum, le due salse però condivdono alcuni aspetti della loro preparazione e per questo penso che possiamo idealmente vedere nella colatura un nobile erede della famosa salsa della cucina romana.

Io questa volta  ho scelto di usare la colatura di alici per condire degli ottimi spaghetti alla chitarra, una ricetta classica, insaporita anche con del pane grattugiato e tostato. una preparazione molto semplice ma che esalta il sapore di questo ottimo presidio slow food. Un accortezza importante è quella di cuocere la pasta in acqua NON salata, in quanto lo è già abbastanza da se la colatura.

Ecco quindi la mia ricetta per questi ottimi spaghetti alla chitarra con colatura di alici e pan grattato tostato.

Ingredienti per due persone:

200 gr di spaghetti alla chitarra
3 cucchiai di colatura di alici di Cetara
Olio extra vergine di oliva
uno spicchio d'aglio
una manciata di pane grattugiato
prezzemolo tritato
a piacere peperoncino

Mettere a  bollire l'acqua per la pasta e quando incomincia l'ebollizione cuocerci gli spaghetti secondo il tempo di cottura. Nel frattempo in una boulle (o in una zuppiera) versare 3 cucchiai di colatura di alici, olio extra vergine di oliva (almeno 4 cucchiai) e uno spicchio d'aglio tritato. IN una piccola padella far tostare il pane grattugiato sino a quando non diventa di colore bruno. Al tempo scolare la pasta al dente e versarla, insieme a uno o due cucchiai di cottura, nella boulle, aggiungere il pane grattugiato e condire. Sistemare (aiutandosi con un coppa pasta) al centro del piatto e spolverare con un po' di prezzemolo tritato.


Buon appetito a tutte e tutti.

9 commenti:

deborah ha detto...

deve essere buonissima questa ricetta, del resto come tutte le altre.

Appena trovo la colatura la preparo alla mia bellissima fidanzata (vedi Paola che te lo dico), che è ghiotta di acciughe!

Patrizia ha detto...

Che buona!!! La conoscevo e la faccio molto spesso perchè piace a tutti in casa mia!!! Un bacione e ottima ricettina...

Gio ha detto...

buona la colatura! la uso anche per insaporire alcuni piatti di verdure :) qui siamo talmente vicini a Cetara :)
ottimi questi spaghetti! :P

Rosalba ha detto...

Ottima ricetta! Solo chi ha provato la colatura di alici può apprezzare. Piacere di conoscerti e complimenti per il tuo blog. Poi un giorno ti racconterò la mia avventura personale per poter comprare la mia prima colatura di alici di Cetara...ho rischiato di morire...ma ne è valsa la pena! ;-)
A presto e passami a trovare, se ti va
www.buonumoreincucina.blogspot.com

Saretta ha detto...

In casa mia la colatura non manca mai..è il tocco magico sulla pasta!
Ottima questa versione!

Tamtam ha detto...

anche io la faccio ma con le alici, quelle sotto sale o quelle nei barattolini...sono buonissimi, mi picciono molto...

giovanna burroealici ha detto...

colatura di alici!!! pasta ottima, la preparo spesso!

Ambra ha detto...

Sai che non ho mai provato la colatura di alici? Sempre tentata ma mai provato...devo assolutamente provvedere!!!

Chef Ste ha detto...

Una preparazione veloce e semplice, ma che esalta tutto il sapore del mare... Congratulazioni allo Chef !!! Un abbraccio...Ste

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis