04 feb 2008

Le fritture di pesce: Cappellane in pastella

Le cappellane, in Liguria, sono un tipico pesce da frittura, ho provato a cercare informazioni in merito sul web ma non ho trovato nulla, voi le conoscete? Disquisizioni a parte, si tratta di ottimi pesciolini a carne bianca, il numero limitato di spine le rende ottime quando fritte, così sabato ne ho comprato u po’ e le ho preparate in pastella a pranzo. Normalmente le si usano insieme ad altri pesci per la classica frittura, ma questo volta ho voluto prepararle da sole, e fortunatamente è stata un’ottima scelta!

La loro carne è gustosa e la pastella, grazie anche all’acqua minerale frizzante, le ha rese croccanti, inoltre l’olio di Oliva ha impreziosito la frittura, il risultato è stato un gran bel fritto di pesce!

Il loro costo contenuto ne fa inoltre un’ottima scelta nel rapporto qualità / prezzo.

Ecco quindi la ricetta per frittura di pesce: le cappellane in pastella

Ingredienti per due persone:

600 gr di cappellane.

100 gr di farina bianca 00

Un bicchiere di acqua minerale frizzante ghiacciata

Olio di Oliva

Sale

Pulire le capellane eliminandone le viscere e le teste, miscelare la farina con l’acqua stando attendi a non far formare grumi, fare quindi riposare per un mezzora. Versare l’olio in padella e portare a temperatura (eventualmente fare la prova con un pezzetto di pane, dovrebbe friggere se la temperatura p corretta (metodo molto empirico, sarebbe meglio un termometro)), passare le cappellane nella pastella e friggerle nell’olio per alcuni minuti. Scolarle e sistemarle in un piatto con della carta assorbente, salare e servire al centro del piatto.

Buon appetito con questo ottimo fritto e buon inizio settimana!


Technorati Tags: , , , , ,

4 commenti:

mike ha detto...

Passione per il pesce vedo, anche io...l'adoro. Pensa che ho smesso di essere vegetariana proprio per questo!!!

Tatiana ha detto...

Ma che altro nome hanno questi pesci?

anna ha detto...

Non conosco le cappellane ma, se dici che hanno poche spine, cercherò ulteriori informazioni.

Mercè ha detto...

Buonissimi!
Il nome di questo pesce e molto simile in catalano "CAPELLANS".
Noialtri lo mangiamo spesso ,solo infarinato ,la prossima volta lo faro come il tuo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis