08 nov 2007

La ricetta della Polenta di mais e grano saraceno con fontina di alpeggio e gorgonzola dop

La polenta nel paiolo di rame, che ci siamo regalati alcuni anni orsono, è oramai una tradizione degli inverni nella piccola casa. Effettivamente non siamo ancora in inverno e pure le temperature non sono rigidissime, ma la fra ne aveva particolarmente voglia così abbiamo preparato questa particolare polenta, un misto di classica polenta gialla con l’aggiunta di farina di grano saraceno, condita con fontina di alpeggio e gorgonzola, diciamo una sorta di richiamo alla polenta taragna della Valtellina, le zone dove è nato e cresciuto mio padre, una ricetta che lui spesso preparava. A proposito la taragna si chiama così per via del fatto che andava, e va, sempre tarata, ovvero mischiata, con il bastone che da quelle parti si chiamava tarai.

IN questa mia versione ho usato un’ottima fontina valdostana d’alpeggio e una buona gorgonzola, al posto del bitto (uno dei migliori formaggi valtellinesi) e del burro fuso. Il risultato è stato ottimo, la polenta risulta colorata in scuro dal grano saraceno, è con questa particolare farina che si preparano ad esempio i pizzoccheri, e i formaggi si sono fusi creando un ottimo gusto ben controbilanciato dalla polenta. È chiaramente un piatto che riempie particolarmente e con la polenta che avanza si possono fare degli ottimi crostini da usare a mo di bruschette.

Ho quindi accompagnato il tutto con un vino del territorio valtellinese, luna Sassella del 2001, un vino a base di chiavennasca, il nebbiolo locale, caratterizzato da buoni tannini.

Ecco quindi la ricetta per preparare questa polenta farina gialla di mais e farina grano saraceno condita con fontina d’alpeggio e gorgonzola

Ingredienti per 4 persone

200 gr di farina di grano saraceno
200 gr di farina di mais (la polenta classica)
Sale grosso
200 gr di fontina d’alpeggio tagliata a dadini
200 gr di gorgonzola tagliata a pezzettini

Mettere a bollire nel paiolo circa due litri d’acqua con il sale, quando raggiungere il bollore versare le farine rimescolando con un frustino in modo che non si formino dei grumi, azionare quindi il motore elettrico del paiolo (quello che fa girare lentamente e in continuazione la pala) e cuocere a fiamma moderata per circa 40 minuti, ad ogni modo la polenta sarà cotta quando sul fondo si forma una leggera “crosta” che si stacca facilmente

Nel frattempo nei piatti sistemare i dadini di fontina e i pezzetti di gorgonzola, versarci quindi sopra la polenta calda e rimescolare in modo che i formaggi si fondino.

Buon appetito con questo ottimo piatto invernale.

Technorati Tags: , , , , ,

10 commenti:

Mamina ha detto...

J'en veux... j'en veux. Ne voglio!

Aiuolik ha detto...

Molto interessante, me la segno per quando ci sarà più freddo ;-)

Ciao,
Aiuolik

Morrigan ha detto...

Che ne è rimasta un pò per me? ^___^
La polenta è buonissima, e il paiolo di rame con motorino incorporato una gran trovata!
Gnam!

Roxy ha detto...

Ho comprato a Ponte di legno un kilo di farina di grano saraceno per polenta ma non l'ho ancora fatta......mi hai fatto venire una voglia! Baci

graziella ha detto...

Buona! Calda e fumante! Wow!
Non importa se non fa ancora tanto freddo, l'abbinamento formaggio-polenta è una cosa che odoro!

iomilanese ha detto...

La polenta è proprio il sole nel piatto!. Nonostante il mio nick la mia origine familiare è veneta. Quindi polenta a gogo. Per gli avanzi, un'ideina di casa nostra. Tagliarla a dadi, calarli in acqua bollente salata il tempo perché si riscaldino, scolarli e condirli con burro fuso e salvia.E tanto parmigiano. Ciao sempre grande max.

anna ha detto...

Semplicemente magnifica. Poi... mi ricorda posti meravigliosi e atmosfere magiche. Ciao.

anna ha detto...

In questo post hai elencato le cose che adoro di più, polenta, formaggio e buon vino...anche io uso il paiolo di rame...baci

max - la piccola casa ha detto...

x mamina: se vuoi la prossima volta te ne spedisco un piatto :-)

x aiuolik: quando la prepari fammi sapere come ti è venuta!

x morrigan: purtoppo l'abbiamo sbaffata tutta ... il paiolo è vermante carino, ci abbiamo fatto il filo per anni e poi ci siamo decisi a prenderlo.

x roxy: prova a usarla e dimmi come dti è venuta, un altro modo potrebbe essere condirla con burro fuso e casera.

x graziella: odori o adori? comunque è un abbinamento molto azzeccato, il lo preferisco anche a molti altri condimenti della polenta

x iomilanese: grazie per il consiglio la proverò presto!

x anna 1: grazie, abbinare sempre il cibo a dei ricordi è sempre un ottimo modo per gustarlo al meglio.

x anna 2: grazie, penso che il rame aiuti la ricetta, sicuramente per come trasferisce il calore qualche influenza l'ha.

nightfairy ha detto...

Aaaaahhhh..ma questa é una libidine di polenta!!!Noi la giriamo ancora con il bastone, non chiedermi quanti anni abbia, ma di certo ha la mia età!

Buona domenica! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis