03 mag 2007

la ricetta del bollito misto de La Piccola Casa

Questa ricetta l’ho preparata la sera di sabato al ritorno dello ZenaCamp, l’abbiamo mangiato il sabato sera stessa caldo e nei giorni successivi freddo, il brodo invece è servito per degli ottimi tortellini al prosciutto crudo.

Può sembrare strano mangiare il bollito in questo periodo in cui le temperature sembravano essere quasi estive, ma è proprio la sua caratteristica di poter esser mangiato freddo che rende questa ricetta del bollito molto appetibile anche d’estate.

Noi l’abbiamo accompagnato con un ottimo Brunello di Montalcino del 1998, aveva ancora degli ottimi tannini che ben si son bilanciati con la carne.

Qualcuna o qualcuno invece ha da consigliarmi qualche ricetta per preparare delle salse con cui accompagnarlo?

Ingredienti

Un pezzo di muscolo della coscia
UN pezzo di grasso e magro
Un pezzo di ossette
Mezza lingua
Alcuni pezzetti di coda

In totale la carne deve essere circa 2 Kg

Due cipolle
Due carote
Una gamba di sedano
Una foglia di alloro
Chiodi di garofano
1 bicchiere di vino rosso
Sale & pepe

Sbucciare le cipolle e inserirvi alcuni chiodi di garofano (un po’ come si fa con il limone per la sangria), pulire le carote e il sedano e tagliarle a pezzi grossi. Versare quindi il tutto in una pentola capiente insieme alla foglia di alloro, dovrò poter contenere tutta la carne.

Riempire la pentola di acqua e portare a bollore, quando il brodo bolle immergere i vari tagli di carne, è importante che l’acqua bolla in modo da far si che si crei subito una zona più cotta sulla carne in modo che ne trattenga gli umori.

Dopo alcuni minuti aggiungere il vino, il sale grosso e alcuni grani di pepe, cuocere quindi a fiamma media per circa un’ora e un quarto, spegnere la fiamma e lasciare riposare il bollito nel brodo per altri 10 minuti.

Estrarre quindi i pezzi delle carne e servire in tavola, accompagnandolo con le salse preferite, se avanza è buonissimo anche freddo; mentre il brodo (vero brodo di carne!) può essere usato per preparare ottimi tortellini.


Technorati Tags: , , , , ,

6 commenti:

marinella ha detto...

In piemonte al bollito misto aggiungiamo anche gallina e testina, naturalmente si mangia solo caldo, la testina fredda non è molto gradevole! A massimo si usa lessarci anche il girello per poi fare il famoso vitello tonnato,
Ciaoo

Lory ha detto...

Vero vero e ci starebbe proprio bene oggi ;-)))
Max...ricambiato e grazie ancora!
Lory

flat eric ha detto...

Sei riuscito ad abbassare anche la temperatura pur di fare il bollito!?
Ti chiamerò Kioto.

Ady ha detto...

bella anch ela tua di ricetta del cous cous con quel tocco in più dell'avocado, da provare grazie della visita

Silvia ha detto...

Ciao Max!
Ricambio le tue visite con qualcosa che si intoni al tuo blog... :-)
A casa di chico (in Liguria, ma la mamma è di origine piemontese) ho mangiato il bollito accompagnato con salsa verde, che molto probabilmente conoscerai. Ne ho trovato ricetta qui (bagnetto verde) http://www.piemondo.it/gastronomia/bagnet.htm
Il sito mi sembra affidabile, però mi pare di ricordare che Renata ci mettesse anche un uovo sodo...ma potrebbe essere una bestialità, non saprei.
Nelle Marche invece (almeno a casa mia) salsette non si usano (al massimo la salsa tonnata), piuttosto si mangia con erbe amare (tipo la cicoria).
Buonissimo è anche condito freddo ad insalata con pomodorini, sedano, rucola, grana a scaglie...

Andy ha detto...

Bella ricettina appetitosa.. vi segnalo questa ricetta di carne fatta coi miei amici ;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis