14 apr 2007

le Basane e il Fingerfood - Fave salame e sardo fresco una tipica ricetta genovese

In questo periodo è normale per noi genovesi abboffarsi di basane (o fave in dialetto italiano), per noi è un classico partecipare a delle vere e proprie basanate, ovvero sagre in cui si mangiano chili di fave crude a testa... ognuno ha ormai elaborato la sua tecnica migliore per aprire il più velocemente possibile le fave (o basane in lingue genovese), io ad esempio le estraggo rompendo il baccello tra una fava e l'altra, in questo modo un chilo di fave può essere divorato in una decina di minuti.

Per noi è anche una tradizione andare sui prati con gli amici (ad esempio a Pasquetta) portandosi le fave che normalmente accompagniamo al formaggio Sardo fresco e al salame di Felino (o anche il S. Olcesce), il tutto innaffiato da vino rosso un po' mosso.

Volendo riprendere la tradizione ho pensato a questa ricetta fingerfood, e quindi cosa di meglio che preparare degli spiedini con fave, salame e sardo fresco?

La preparazione è ovviamente veloce e per accompagnare vi consiglio due proposte: 0 il mio aperitivo a base di basilico che ho chiamato Basilito oppure come mi ha indicato il mio vinonotecaro di fiducia il Monte delle Vigne, un ottimo Lambrusco che mi ha fatto ricredere su questo tipo di vino.

Ingredienti (le dosi non le indico perché non ce ne è bisogno)

fave (Liguri e non di Napoli)
Salame di Felino (intero)
Formaggio Sardo fresco
stuzzicadenti

tagliare il salame di Felino e il sardo fresco a cubetto delle dimensioni di circa una fava, sbucciare quindi le fave.
Per ogni stuzzicadenti infilare una fava, un cubetto di salame e un cubetto di sardo fresco.

Buon appetito con questo ottimo fingerfood genovese, ricco di tradizione e di sapore!

Technorati Tags: , , , , ,

9 commenti:

Liùk ha detto...

bè un classicone per noi della campagna ligure... se mi posso permettere prova il salame di Salumificio Castiglione che oltre ad essere un amico la sua famiglia produce salumi da oltre un secolo

max - la piccola casa ha detto...

grazie per il consiglio, lo proverò sicuramente, oltettutto il 25 aprile probabilemnte sarò in giro proprio per le campagne del levante.

k ha detto...

Più fingerfood di così!! Per me, ovviamente, senza il salame... Ma devo ammettere che dal punto di vista estetico ci perde un sacco. Ecco, ci metterò i pomodorini ciliegia :PP
Bravo Max e, perdona questo comment idiota... ciao!

Giovanna ha detto...

Fanno venire una fame!!! proprio un ottimo aperitivo

marinella ha detto...

Grazie, semplice e d'effetto, vado a comprare le fave!

Mo ha detto...

Non ho mai mangiato le fave crude... forse è ora di provare.

max - la piccola casa ha detto...

x k: be se per questo io le mangio anche da sole... comunque con i pomodorini non devono essere male.

x Giovanna: grazie, sono effettivamente un buon accompagnamento per un aperitivo di questa stagione.

x Marinella: si son molto semplici e veloci da fare, ma soprattutto son molto gustose!

x Mo: ricordo che quando per lavoro abitavo a Torino, cercai le fave al mercato e per tutta risposta ottenni un: non le vediamo fresche, le persone non le mangiano... Non sanno cosa si son persi finora...

elianto ha detto...

molto carini... e scommetto anche buoni ;)

Fiorenzo ha detto...

Ue', vinotecario mi piace, spero che non cia' il copiràit.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis