04/ott/2011

Occhiata in cartoccio magicofilm con pomodori, capperi di Pantelleria, Sherry fino e foglie di sedano

Preparo spesso le occhiate, ad esempio qui e qui, trovo che siano gustose e con un ottimo rapporto qualità / prezzo, in generale consiglierei a tutti e tutte di cercare di acquistare pesci diversi non i soliti branzino, orata, pesce spada, tonno, salmone... scoprirete un mondo di sapori e in molti casi (sugarelo, palamita, lampuga, cefalo, ..) si collaborerà alla natura acquistando "pesce sostenibile". Ero andato in pescheria  alla ricerca di un buon pesce per la serata quando ho vosti per l'appunto delle bellissime occhiate dal prezzo molto invitante 11 euro al chilo, non me le son quindi lasciate sfuggire e le ho subito acquistate. In testa avevo già imbastito la ricetta, volevo provare la carta  magicofilm oro per preparare un cartoccio, ho quind poi pensato di aromatizzare il tutto con dei pomodorini e degli ottimi capperi di Pantelleria, po per dare un po' di sentore fresco ho pensato a delle fette di limone non trattato (ne ho un bel alberello sul terrazzo) e alcune foglie di sedano, le uso spesso al posto del prezzemolo; per finire ho dato un tocco "liquoroso" con un bicchierino di Sherry fino.
Terminato la cottura e atteso un istante ho aperto i cartocci e servito nei piatti, inutile dire che i pesci son stati letteralmente divorati in pochi istanti, erano davvero gustosi e cotti al punto giusto, inoltre il cartoccio ha permesso al pesce di assorbire i profumi e i sapori e soprattutto non è stato necessari aggiungere grassi.

Ecco quindi la ricetta per preparare queste ottime occhiate al cartoccio con pomodori, capperi e sherry:



Ingredienti per due persone
due occhiate fresche
un cucchiaio di capperi di Pantelleria IGP Bonomo
6 pomodorini
un bicchierino di sherry secco
alcune foglie di sedano fino
sale
4 fette di limone non trattato
carta magicofilm oro di dynamic Italia

Se non lo ha già fatto il pescivendolo eviscerare ed eliminare le branchie quindi inserire due fette di limone e alcune foglie di sedano nella pancia di ogni pesce. Tagliare due fogli di carta magicofilm oro lunghi ognuno il doppio delle occhiate, quindi adagiare queste su il lato color oro di ogni fogli di carta. Tagliare i pomodorini in quattro e spostarli in un piatto, aggiungerci i capperi di pantelleria precedentemente sciacquati dal sale quindi tritare grossolanamente le foglie di sedano rimaste, versare lo sherry fino e salare, "condire" per bene il tutto. Aggiungere quindi il contenuto del piatto ai pesci e chiedere la carta a pacchetto in torno ad ogni pesce. Sistemare su una teglia e cuocere in forno caldo a 180 grado per 20 / 30 minuti, il tempo dipende dallo spessore dei pesci. Passato il tempo levare la teglia dal forno, far leggermente intiepidire e sistemare un cartoccio per piatto, aprirlo e ..... buon appetito a tutte e tutti!

14 commenti:

Elisa ha detto...

Hai ragione, compro spesso anch'io pesci non 'in voga' ad esempio adoro lo sgombro, è il mio preferito! Peccato che lavorando mi ritrovo a dover comprare quel che trovo la sera al supermercato, ovvero le solite spigole/orate/pesce spada! :(

giovanni uno storico in cucina ha detto...

giustissime le tue parole sulla scelta dei pesci.. e buonissime le tue occhiate!
ciao
Giovanni

Roxy ha detto...

Non ho mai provato questo pesce ma mi hai incuriosita....e mi piace a molto anche come l'hai cucinato!!!

riccioli di cioccolato ha detto...

Il tuo esempio sulla sostenibilità è proprio da seguire, visti poi i risultati!!!!
Davvero molto bravo.

Deborah ha detto...

Hai proprio ragione, spesso ci fossilizziamo sulle solite varietà di pesce! Questa mi ispira...grazie del consiglio e della prelibata ricetta !

La cucina di Molly ha detto...

Ottimo modo di preparare l'occhiata! Il cartoccio raccoglie tutto il profumo di mare che emana questo pesce! Bravo! Ciao

Ale ha detto...

Mi andrebbe proprio stasera!!!!! ciaooooo

max - la piccola casa ha detto...

x elisa: lo sgombro è buonissimo, e ance lui è un "pesce sostenibile", devo decidermi a postare qualche ricetta con questo ottimo pesce.

x giovanni: grazie! penso che anche i blogger possano far la loro parte parlando del consumo sostenibile, per lo meno io cerco di far la mia piccola parte

x roxy: se lo trovi provalo, è molto gustoso, ed è sempre pescato e non allevato.

x riccioli di cioccolato: grazie!!

x deborah: grazie, è proprio così ci si fossilizza troppo sugli stessi pesci quando il mare è ricco di varietà gustose

x la cucina di molly: grazie!

x ale: se vuoi te spedisco uno :-)

stefy ha detto...

Una splendida ricetta....per cucinare il pesce in modo gustoso e al tempo stesso leggero....la proverò sicuramente....

Gio ha detto...

occhiata=pezzogna?
ricetta fine, complimenti!

Ombretta ha detto...

Trovo giusto anche io quello che hai detto del pesce! Questa ricetta me la sono segnata e' ottima:-) baci

max - la piccola casa ha detto...

x stefy: grazie! e fammi sapere se ti è piaciuta!

x gio: no l'occhiata non dovrebbe essere la pezzogna, quest'ultima dovrebbe essere l'occhione

x ombretta: grazie!!!! e se la prepari poi dimmi come ti sembra

Anonimo ha detto...

Sei un mago della cucina Grazie

anna maria ha detto...

sei veramente un mago e fà piacere leggere ituoi consigli Ciaoo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis

AddThis Smart Layers