9 feb 2011

La carne: uccelletto di vitellone crudo con olio di oliva allo zenzero, pimento e sale nero di Cipro

Adoro la carne cruda, preparo spesso tartare di varie tipo (qualcuna l'ho anche posta tipo qui e qui) oppure semplicemente compro una bistecca e la mangio così come è, nature diciamo... forse è un ricordo ancestrale ma il suo gusto mi fa impazzire e continuerei a mangiarne... per questo motivo quando ho visto del bel uccelletto di vitellone dal mio macellaio no ho resistito e ne ho preso un po' per prepararmi una bella tartare a pranzo. Volevo preparare qualcosa di diverso e ho deciso che non avrei usato il succo di limone che tende un po' troppo a coprire il gusto della carne, tanto non uccide per niente gli eventuali batteri è una falsa credenza che il limone "cuoce"; ho pensato quindi di aromatizzare la carne con del pimento per il suo profumo e il gusto leggermente piccante, poi ho preparate al momento un olio allo zenzero per il suo gusto e infine del sale nero di cipro che grazie al carbone presente dovrebbe aiutare la digestione. Il risultato? Ottimo!!! la carne morbidissima era profumata di spezie e il suo gusto si è fuso in maniera molto armoniosa con l'olio di oliva allo zenzero. Un piatto semplice che consiglio a tutti gli amanti della carne cruda!

Ecco la ricetta per questa semplice ma gustosa tartare a base di uccelletto di vitellone.

Ingredienti per due persone:

300 gr di uccelletto di vitellone
un pezzo di zenzero fresco
alcune bacche di pimento
sale nero di cipro
Olio extra vergine di oliva

Pelare il pezzo di zenzero (circa due o tre dita), tagliarlo a pezzetti e pestarlo in un mortaio, raccogliere in un bicchiere il liquido estratto ed emulsionarlo con l'olio di oliva (3 o 4 cucchiai). Sistemare in ciotola grande (boule) la carne, aggiungere l'emulsione olio / zenzero, un po' di sale nero e una generosa macinata di pimento, mescolare il tutto e lasciare riposare una decina di minuti.
Sistemare al centro del piatto un coppa pasta e riempirlo con la tartare, pareggiare la sommità aiutandosi con cucchiaio, rimuovere i coppa pasta e spargere un po di sale nero tutto intorno per decorazione.

Buon appetito a tutte e tutti con questa saporita tartare di carne.

4 commenti:

mammadeglialieni ha detto...

la carne "nature" piace molto anche a me (e per fortuna anche ai miei).
qui a pavia c'è una macelleria equina che aromatizza con diverse spezie (mi pare anche chiodi di garofano e pimento) la tartare. una bontà!
mi piace la tua ricetta, e poi hai ragione, il limone copre troppo!

marzia ha detto...

Finalmente qualcuno che non demonizza la carne cruda!Che carica con pimento e zenzero :) se ti interessa la carne e vuoi scoprire un bel progetto, ti lascio un link: http://www.optimacarne.com/
A presto :)

marzia ha detto...

PS: il limone qui in Piemonte è "vietatissimo", la carne cruda alla piemontese si mangia nature ;)

Massimiliano Fattorini ha detto...

grazie Marzia, a dire il vero io son un divoratore di carne cruda... e ogni volta mi piace giocare con profumi e sapori che non la coprino ma anzi le esaltino. E per quanto riguarda il limone anche io per così dire lo ... aborro sulla carne, credo che ne uccida il sapore così come fa con il pesce.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis