12 nov 2006

La Buridda di Seppie - una tipica ricetta Genovese


Sabato ho preparato una tipica ricetta genovese, la Buridda di Seppie (che ovviamente non è l'omonimo centro sociale occupato) ; era un po' che non mangiavo seppie e cosi' visto che anche alla Fra le piacciono un sacco, le ho fatto una sorpresa e son andato a comprarle per preparale.

Innanzi tutto bisogna capire cosa significa cosa Buridda, da noi quanto si vede una folla si dice: "Belin che buridda" oppure se devi andare a fare qualcosa e ce' troppa gente te la puoi cavare con "belin guarda c'era una buridda che non son neanche riuscito ad entrare..."

La buridda di seppie e' un tipico piatto genovese, un piatto semplice ma gustoso, ne esistono molte versioni, con o senza quel dato ingrediente, ma ogni versione e' pure sempre molto gustosa. Questa versione e' quella che si tramanda da eoni e generazioni nella mia famiglia.

Ingredienti (x4)
1.5 Kg di seppie
6 pomodori maturi
400 gr di piselli
zafferano
1 cipolla
2 spicchi d'aglio
prezzemolo
vino bianco (vermentino) un bicchiere
Olio extra vergine di oliva
1 acciuga sotto sale

Pulire le seppie (beh io l'ho fatto fare al pescivendolo...) levando anche il sacchetto con il nero (si puo' conservare per usarlo in altre ricette), lavarle con cura e tagliare a strisce larghe circa 1 cm e lunghe 4 o5.
Rosolarle in una pentola insieme all'aglio, la cipolla tritata e l'acciuga. Appena incominciano a prendere colore aggiungere i pomodori precedentemente tagliati a pezzettini. Aggiungere il vino bianco e un po' di pistilli di zafferano. Cuocere per circa 30 minuti a fuoco medio.

Aggiungere quindi i piselli e aggiustare di sale pepe, eventualmente aggiungere un po' di acqua calda se troppo asciutto. cuocere per circa altri 20 minuti sempre con il coperchio (io uso uno di quelli di vetro). Aggiungere quindi una bella spolverata di prezzemolo tritato e cuocere ancora per un minuto.


Technorati Tags:, , , ,

9 commenti:

Gloricetta ha detto...

Piacciono tanto anche a me le seppie, e trovo questa ricetta molto invitante. Copio e conservo per la prima bella seppia che incontro sul banco del pescivendolo. Glò

Francesca ha detto...

cuocendo così tanto le seppie non induriscono? questa zuppa la volgio proprio provare

max ha detto...

x glo: per questa ricetta si prestano maggiormente le seppie un po' grosse.

x fra: no anzi diventano piu' morbide, per lo meno in teoria si comprta al contrario dei polpi

Anonimo ha detto...

Bellissima lezioncina di genovese e ricetta da leccarsi i baffi!

cybergatto ha detto...

belìn che fame che mi hai fatto venire!!

>^^<

anna maria ha detto...

Ciao Max,
ricambio la visita e sono contenta di aver scoperto il tuo sito - non lo conoscevo.
Vedo che ci sono molte ricette a base di pesce, il che mi alletta molto. Questa in particolare la vorrei provare prestissimo.
Adesso continuo a farmi un giro per il tuo blog.

Anonimo ha detto...

aggiungerei anche qualche patata tagliata a cubetti

cannella ha detto...

Perdindirindina questa ricetta non la conoscevo, finisce in pentola ai primi della prossima settimana!

mgpross ha detto...

buonissima, soprattutto con carciofi o fagiolini, dipende della stagione, e patate

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis