04 giu 2013

Il crudo di pesce sostenibile facile e gustoso: Tartare di tombarello con melissa e olio di nocciola



Ecco una ricetta semplicissima per un ottimo finger food a base di pesce,  un appetizer per  gustoso e facile da preparare per accompagnare ottimi cocktail estivi. L’ho preparata l’altra sera per accogliere i miei ospiti a casa prima della cena vera e propria. 
Mi avevano chiesto espressamente se potevo preparare qualcosa con del pesce crudo, in particolare volevano il classico tonno, ho pensato però di fargli conoscere qualcosa di altrettanto gustoso ma più sostenibile, la cui pesca attualmente non minaccia la sopravvivenza della specie stessa, e soprattutto pescato in zona e non ultimo, dall’ottimo rapporto qualità prezzo. Visto che la palamita l’aveva già proposta in varie occasioni ho quindi optato per il tombarello (Auxis thazard thazard ) conosciuto anche come biso, un piccolo tonnetto,  di colore blu scuro; il sapore della carne è simile al tonno e alla palamita, tempo fa avevo pubblicato una ricetta con questo pesce pelagico in particolare era un trancio di tombarello con juliennedi zenzero e cerfoglio, questa volta invece ho perlappunto scelto di presentarlo crudo, logicamente l’ho congelato per alcuni giorni in modo da ridurre i rischi legati all’anisakis (dovrebbe essere una pratica sempre più diffusa nelle nostre cucine se non si è dotati di un abbattitore), ho quindi poi pensato di aggiungere un po’ di aroma alla carne con delle foglie di melissa (ne ho un arbusto gigante sul terrazzo … ), che apporta note agrumate senza aggiungere acidità. Ho quindi condito il tutto con po’ di un ottimo olio di nocciola. Una volta preparato il tutto, ho presentato la ricetta in tanti cucchiaini (vedi foto) in modo da mangiarsi la tartare in un sol boccone. Il risultato direi che è stato ottimo visto che i miei ospiti hanno particolarmente gradito e sin son mangiati diversi cucchiaini di pesce …

Ecco quindi la semplicissima ricetta per preparare questo ottimo finger food a base di pesce tombarello, melissa e olio di nocciola.


Ingredienti

Un tombarello
Alcune foglia di melissa fresca
Olio di nocciola

Eviscerare il tombarello quindi sfilettarlo, ottenuti i  due filetti inciderli al centro per il lungo ed eliminare la pelle ottenendo in totale quattro filetti,  (non gettate la lisca centrale e la testa, possono essere utilizzata per preparare un ottimo brodo di pesce)  Congelare quindi i filetti ottenuti per alcuni giorni. 

Scongelare in frigorifero i filetti di tombarello e tritarli delicatamente con il coltello.  Lavare le foglie di melissa e tagliarle a pezzetti possibilmente con un coltello non di metallo. In una ciotola amalgamare insieme il pesce, la melissa e un cucchiaio di olio alla nocciola, quindi sistemare la tartare in tanti cucchiaini mono porzione.

Portare in tavola e buon appetito a tutte e tutti!

2 commenti:

Patrizia Monica ha detto...

Tu la chiami una semplice ricetta di pesce!!!!! io non ho mai mangiato il tombarello e non l'ho mai visto
Grazie
Buona serata
Patrizia di Cucina con Dede

Massimiliano Fattorini ha detto...

Grazie Patrizia Monica, il tombarello purtroppo non è molto diffuso nelle pescherie perchè..... costa poco, qui a genova si trova intorno ai 10 Euro al kilogramma... ma ha carni squisite.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis