31 mag 2013

In attesa di sapere che fine ha fatto la primavera e l'estate ecco un'ottima zuppetta di mare semplice e veloce con triglie, muscoli, moscardini e gamberetti al profumo di dragoncello (estragon)

Che fine ha fato la primavera? L'estate si è persa per strada? forse ci siamo addormentati a marzo e ci siam svegliati a novembre? è normale che i pinguini han lasciato la mia via per andare a svernare al caldo? le rondini erano appena arrivate che son ripartite con conseguente crollo del mercato immobiliare dei nidi nuovi?  Son tutte domande che credo, chi più e chi meno, ci poniamo in questi giorni, da che sono al mondo e calpesto il terzo scoglio di pietra dal sole (citazione hendrixiana :-) ) non ricordo di aver mai visto 10 gradi la mattina del 31 maggio ... Con questo spirito allegro, bucolico, primaverile quasi da sogno di una notte di mezza estate..... non riesco ancora ad affrontare i profumati e freschi piatti fretti estivi così ho deciso di preparare un cosiddetto comfortable food,  ovvero un piatto gustoso, saporito, bello caldo che dia sicurezza e in cui magari fare una bellissima e casalinga scarpetta con dei crostini di pane.  Per questo ho pensato ad una gustosa zuppetta per così dire allo scoglio, con muscoli (le cozze), vongole, triglie, moscardini, gamberetti. Una ricetta semplicissima facile da preparare, gustosa e saporito che ho ulteriormente profumato con delle foglie di dragoncello che cresce rigoglioso e alla ricerca del sole sul mio orterrazzo. Come dicevo questo secondo a base di frutti di mare e piccoli pesci è veramente facile da preparare, ma una volta nel piatto renderà tutti felici almeno per la durata della cena in attesa che prima o poi il bel tempo e il caldo arrivi, sperando però che quando arriverà.... non ci faccia rimpiangere queste fresche giornate di marzaggio, ovvero il nuovo mese nato quest'anno un maggio con le temperature e il tempo di marzo ...
Ingredienti per due persone:

sei triglie di scoglio
500 grammi di muscoli (mitili, cozze)
400 grammi di vongole
sei moscardini piccoli
300 grammi di gamberetti
una cipolla rossa
200 grammi di polpa di pomodoro
dragoncello fresco
brodo di verdure qb
uno spiccio d'agli in camicia
un pomodoro ramato
Olio extra vergine di oliva
vino bianco secco
sale e pepe

Innanzi tutto mettere a bagno le vongole coprendole d'acqua salata per alcune ore e cambiando l'acqua di tanto in tanto in modo che diano via più sabbia possibile. Pulire le cozze (anche se il nome muscoli è più bello e vero :-) ) e farli aprire in padella, filtrare il liquidi e metterlo da parte, levare quindi i mitili dalle valve e mettere da parte. Eviscerare le seppie, squamarle e sfilettarle in due. Pulire i moscardini eliminando il becco, gli occhi e l'interno della testa. Tritare finemente la cipolle, in una padella versare alcuni cucchiaio di olio evo quindi farci appassire lo spicchio d'aglio in camicia. Quando prende colore eliminare lo spicchio d'aglio e aggiungere la cipolla, far appassire leggermente quindi aggiungere i moscardini tagliati in due o tre parti, bagnare con vino bianco secco e far svaporare. aggiungere quindi la polpa di pomodoro e far cuocere a fuoco lento per una decina di minuti quindi aggiungere un po' di brodo, i filetti di triglia, le code di gambero precedentemente sgusciate, un manciata piccola di foglie di dragoncello ( estragon ) e portare avanti la cottura per alcuni minuti, aggiungere quindi le vongole, le cozze e il pomodoro ramato tagliato a cubetti, bagnare con l'acqua delle cozze, aggiustare di sale e pepe, far quindi cuocere a fuoco lento sino a quando le vongole si sono aperte.
Servire quindi al centro dei piatti ed accompagnare con dei crostini di pane tostato.

Buon appetito e buon week end a tutte e tutti!

4 commenti:

consuelo tognetti ha detto...

Complimenti Max..questo piatto riesce a scaldare anche questa fredda sera di maggio ^_^ e poi tutto quel profumo di mare fa sognare l'estate che si spera arriverà! Complimenti, 6 troppo bravo a cucinare il pesce..non posso che imparare da un maestro come te!
Grazie
la zia Consu

Rosalba ha detto...

Max, ma io la zuppa di pesce me la vedo bene sempre, estate, inverno primavera o nuove e a noi sconosciute stagioni che verranno! E poi con il dragoncello mi piace assai :-) Bravo.
Buon fine settimana

Sabrina ha detto...

meravigliosa!! mette veramente appetito! :)

Massimiliano Fattorini ha detto...

x sabrina: grazie !!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis