19 set 2011

Scorfani di fondo con aneto, capperi di Pantelleria e pomodorini


Sabato mattina ho trovato in pescheria degli scorfani di fondo bellissimi, oltretutto ad un prezzo davvero imbattibile, logicamente non me li son fatti sfuggire e gli ho subito acquistati,trovarli a 9.90 euro al chilo dalle mie parti è un evento eccezionale non so da voi...
Lo scorfano, brutto ma buono, è un pesce con carni sode che ben si adatta a zuppe di pesce di tutti i tipi, vale l'adagio che dice che la zuppa è la morte sua, io però volevo preparare qualcosa di più solido, quasi un guazzetto, ho quindi optato per dei pomodorini a pezzetti e del vino bianco, quindi gli immancabili capperi di pantelleria e le olive taggiasche per il loro sapore, mentre per il profumo un bel mazzetto di aneto che coltivo sul terrazzo.  La ricetta in un attimo era pronta, niente di trascendentale d'altronde quando la materia prima è buona di suo non necessita "grossi trattamenti" in cucina.
In poco tempo i miei scorfani erano cotti e facevano mostra di se nei piatti, dove han stazionato veramente poco perché son stati letteralmente divorati.  
Erano così belli che prima di cucinarli li ho anche fotografati, come vi sembrano?


Ecco quindi la ricetta per preparare questi ottimi e profumati scorfani di fondo:

Ingredienti per due persone
3 scorfani di fondo
alcuni ramoscelli di aneto fresco
un cucchiaio di capperi di Pantelleria IGP
un cucchiaio di olive taggiasche sott'olio
un cipollotto
un spicchio d'aglio
alcuni grani di pimento
vino bianco secco
Olio extra vergine di oliva
sale

Pulire gli scorfani delle viscere e della branchie, squamarli e tagliare le pinne e gli aculei, sciacquarli per bene e metterli da parte. Pulire il cipolloto e  tritarlo, tagliare a pezzetti i pomodorini. Far andare in tegame, io uso quello rivestito in ceramica, l'aglio con alcuni cucchiai d'olio extra vergine di oliva quando ha preso colore eliminare lo spicchio d'aglio, quindi rosolare dolcemente i cipollotti, aggiungere il pesce e i pomodorini tagliati, bagnare con il vino bianco e far andare per qualche minuto, aggiungere i capperi di pantelleria, precedentemente sciacquati dal sale in eccesso, le olive taggiasche e le bacche di pimento, salare a piacere e cospargere quindi il tutto con con l'aneto, coprire e far cuocere per cinque minuti, levare il coperchio e terminare la cottura a piacere.

Servire al centro dei piatti e buon appetito  a tutte e tutti

10 commenti:

Mary ha detto...

squisitissima!

DOLCI ACQUE DI TERRE BIANCHE ha detto...

hai ragione se la materia prima è in questo caso freschissima la preparazione risulta molto piu' facile e sicuramente buona
dalle foto non ho dubbi
posso solo immaginare il sapore
ciao

La cucina di Molly ha detto...

Deliziosa ricetta! Ciao

stefy ha detto...

Ma sai che non ho mai mangiato gli scorfani????....Sento però il profumo di buono arrivare fino a qui......

Nani e Lolly ha detto...

Complimenti Max!un piatto davvero molto invitante!

Elena ha detto...

ciao, grazie di essere passato a trovarmi, mi ha fatto molto piacere. Sei molto bravo in cucina, io al pesce non ci sono ancora arrivata, mi sembra troppo difficile, complimenti

max - la piccola casa ha detto...

x mary: grazie!!

x dolci acque di terre bianche: grazie, erano davvero squisiti in effetti!

x la cucina di molly: grazie

x stefy: ma dai? se li trovi prendili sono davvero ottimi

x nani e lolly: grazie!!

x elena: grazie, non ti preoccupare che il pesce non è assolutamente difficile da preparare basta solo stare attienti a non cucinare troppo!

Gio ha detto...

buonissimi gli scorfani! li trovo spesso, mi piacciono molto in zuppa una bontà :P

Deborah ha detto...

Io non sono molto brava con il pesce...devo imparae!!! Mi fanno una gola incredibile

Housewives ha detto...

figurati qui è difficilissimo trovarlo anche a 20 euro al chilo .. figurati a quel prezzo ! Credimi neanche io mi sarei fatta sfuggire l'occasione !

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis