4 ott 2007

Straccetti (o uccelletto) di vitello con piselli e salvia

Questa ricetta semplice e veloce risale a quando vivevo in quel di Roma vicino a San Giovanni in Laterano. Quando alla sera rientrando da Ericsson mi capitava di fermarmi in qualche supermercato, di solito a Cinecittà, per acquistare qualcosa da preparare. Mi ricordo ancora la prima volta che trovai il vassoio con gli straccetti di carne, lo guardai un po’ esterrefatto soprattutto per il nome, poi capii che si trattava della carne per l’uccelletto. Presi il vassoio e arrivato a casa buttai in padella le prime due cosa che trovai oltre la carne ovvero: una scatola di piselli e un po’ di salvia (che fa sempre bene). Nonostante la non ricetta, il piatto mi piacque e con piccole modifiche l’ho sempre ripreparato.

Questa l’ultima versione, mi verrebbe da dire release … , della ricetta.

Ecco quindi la preparazione di questi straccetti (o uccelletto) di vitello con piselli e salva

Ingredienti per due persone

400 gr di uccelletto o straccetti di carne di vitello
200 gr di piselli surgelati e scongelati (l’ideale era surgelarseli quando erano di stagione),
due rametti di salvia
vino bianco
sale e pepe
Olio EVO
Uno spicchio d’aglio incamiciato (con la buccia)

In una padella versa due cucchiaio d’olio EVO e dorarci lo spicchio d’aglio incamiciato, quando avrà preso colore eliminare l’agio. Aggiungere quindi i piselli e cuocerli a fuoco moderato per alcuni minuti, aggiungere quindi i pezzettini di carne, dorare per u minuto, versare mezzo bicchiere di vino bianco secco e fermo e le foglie di salvia, salare e pepare; continuare quindi la cottura per alcuni minuti 4/5 al massimo.
Servire quindi al centro del piatto e buon appetito.

PS. La salvia si mangia e non si butta via.



Technorati Tags: , , , , ,

7 commenti:

anna ha detto...

Ciao, semplici e buoni gli straccetti. A Roma si usano molto, per es. con la rucola. Domani li provo con la tua ricetta!

Morrigan ha detto...

Allora lavoravi sull'Anagnina, o no?
E ti fermavi a Cinecittà due a far la spesa, o no?
E abitavi... bè qui è più difficile, San Giovanni è grandino anzichenò!
Hai capito "il conte Max"!
Sulla ricetta, eh, non mi pronuncio ma gli straccetti è un piatto molto comune qua a Roma, ahò!

Aiuolik ha detto...

Semplici e buoni di sicuro, anche se io non posso mangiare piselli, ma credo che dei fagiolini vadano bene lo stesso, che ne pensi?

Aiuolik

max - la piccola casa ha detto...

x anna: si imi ricordo li ho mangiati anche in qualche ristorante con la rucola, dato che ci sono li preparerò presto, ho in mente anche una variante con delle alghe.

x morriga:
allora si Ericcson era all'Agagnina, anche se mi capitava spesso di andare anche alla sede che c'era in zona Muratella - Magliana, oltre ovviamente tutte le sedi italiane. per la terza la mia casa era in zona via la spezia.

x aiuolik: enso che vengano bene anche con i fagiolini, se invece vuoi un gusto più deciso puoi provare con le punta di asparagi, magari facendole un po' cuocere prima al vapore.

Aiuolik ha detto...

Agli asparagi non ci avevo pensato!
Grazie!

Ciao e buon we,
Aiuolik

iomilanese ha detto...

anche a milano sono scoperta recente. io li preparo con spicchi di carciofi (scottati in acqua e limone e surgelati quando costano meno) e menta.un dubbio, però, non si infarinano prima di cuocerli? ciao

mae ha detto...

Ottima ricetta :))
Devono essere buonissimi anche nella versione con le punte di asparagi e con i carciofi.
Invece io gli straccetti li ho sempre fatti con l'aceto balsamico e serviti con rucola fresca, radicchio e scaglie di grana.
ciao
Maè

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis