23 dic 2012

La ricetta del coniglio super marinato con erbette, semi di senape, pomodoro e capperi

Mancano due giorni al Natale, i regali son pronti eccetto ancora qualcuno, il pranzo e la cena sono imbastiti, alcune cose son già dietro a cuocere altre verranno preparate al momento o poche ore prima, insomma la solita routine delle feste che troppo spesso però ci fa dimenticare il motivo delle feste ...
Mentre incominciavo a preparare il ragù per i ravioli alle boraxe (borragine) ho penato al piatto di oggi a pranzo, d'altronde è l'ultima domenica prima di Natale, visto che avevo intenzione di fare un buon coniglio, ieri l'ho preso, lo tagliato a pezzi e, dopo un giro sul mio orterazzo, l'ho cosparso di erbette super profumate e l'ho messo sotto vuoto, l'operazione nel mio caso non era tanto per conservare sino a oggi ma per marinare in maniera fantastica il coniglio in quanto il sottovuoto apre maggiormente i pori della carne e permette una miglior azione e assorbimento della marinatura. Questa mattina poi ho cotto il tutto e una volta presentato sul piatto devo proprio dire che era un tripudio i profumi e sapori, una coniglio super marinato davvero gustoso!!!  La carne del coniglio era morbidissima, gustosa ma soprattutto davvero profumatissima, e come ha detto la piccola Ginevra facendo il classico ed eloquente segno col dito sulla guancia, si "scioglieva in bocca!!!" 

Ecco quindi la ricetta per cucinare questo ottimo coniglio super marinato con erbette, capperi ce porto rosso:

Ingredienti per due persone

300 grammi di lombata di coniglio
semi di senape
Un cucchiaio di cappero sotto sale di Pantelleria
alcuni pomodori datterini
alcuni steli di erba cipollina
alcuni rametti di santolina
alcuni rametti di santoreggia
alcuni ciuffi di menta
Aceto di mele
Olio extra vergine di oliva
Porto rosso
Noce moscata
Sale e pepe
Una carota
mezza costa di sedano
due scalogni

Massaggiare il coniglio con un po' di aceto di mele quindi tagliarlo a pezzi, metterlo in una ciotola, aggiungere alcune foglie di menta, in po' di santolina, un po' di foglie di santoreggia, alcuni rametti di erba cipollina spezzettata grossolanamente, un bel cucchiaio di semi di senape quindi bagnare quindi con un bicchierino di porto rosso, aggiungere un filo d'olio e aggiustare di sale e pepe. Mescolare bene quindi travasare il tutto in un sacchetto da sotto vuoto, fare il vuoto usando l'apposito programma per le sostanze con liquido, far quindi riposare una nottata in frigorifero. Il giorno dopo tritare col coltello gli scalogni  la carota pelata e la costa di sedando. Farli "sudare" in padella con un po' di olio evo quindi aggiungere il contenuto della busta messa sottovuoto, alzare leggermente la fiamma e rosolare il coniglio, abbassare la fiamma, aggiungere ancora una po' di porto rosso, i pomodori datterini tagliati a pezzetti e una bella grattata di noce moscata. Fare andare a fiamma morbida per una ventina di minuti con il coperchio, controllare la cottura di tanto in tanto, se si asciuga troppo aggiungere un po' di brodo di verdure. Aggiustare di sale e pepe e terminare la cottura per almeno altri dieci minuti.

Servire al centro del piatto accompagnando con alcuni rametti delle erbette utilizzate intorno.

Buon appetito a tutte e tutti, buon giro per gli ultimi regali e soprattutto Buon Natale !!!

2 commenti:

Chiara e Marco ha detto...

Già solo con i semi di senape mi alletta molto :) devo provarlo :D

Buone feste!

Marco di Una cucina per Chiama

Antonietta ha detto...

Buono...
...e buon Natale!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis